Antonello Restivo | Foto Luigi Canu

Dinamo, Restivo: “Con Broni non possiamo sbagliare approccio”

Seconda partita casalinga consecutiva per la Dinamo Sassari Femminile che sabato ospita Broni al Pala Serradimigni (ore 20:30): le biancoblù cercheranno di interrompere il cattivo andamento e ritrovare i due punti.

Coach Antonello Restivo ha parlato così all’anti-vigilia: “Quella di sabato sarà una partita molto importante, a cui bisognerà approcciare bene con la giusta mentalità e aggressività. Bisogna iniziare a capire che le partite non sono tutte uguali e questa non lo prima di tutto perché giochiamo in casa e dobbiamo iniziare a far sentire il fattore campo. Come? Alzando l’intensità difensiva, dobbiamo partire da quanto di buono fatto con Empoli, con un primo tempo secondo me molto positivo da tanti punti di vista, con la giusta aggressività, voglia di sbattersi e giocare insieme. Abbiamo tanto da lavorare e lo sappiamo, bisogna migliorare le scelte nei momenti di difficoltà e dobbiamo focalizzarci soprattutto su determinati tipi di cose da fare in attacco mentre in difesa dobbiamo cercare di non abbatterci se subiamo dei parziali”.

Sulle avversarie commenta: “In questo campionato non bisogna sottovalutare nessuno. Broni è una squadra che ha fatto benissimo lo scorso anno e due anni fa in cui è stata la rivelazione del campionato. Quest’anno ha avuto qualche problema con le straniere e ha pagato in avvio, ma è una squadra che ha una forte identità di squadra con delle giocatrici italiani molto interessanti, una su tutte Marida Orazzo, già nel giro della Nazionale. È una squadra da prendere di petto, da aggredire, da farli ragionare e cercare di incastrare nel nostro tipo di sistema”.

Chiosa sulla situazione infermeria: “Già da una settimana ci stiamo allenando bene, avevamo qualche problema dalla ripresa della condizione dopo il lungo stop. Devo ringraziare la società, devo ringraziare Roberta, Giovanni e Federico che mi hanno dato la possibilità di alzare l’intensità aiutandoci con quattro ragazzi in allenamento e per me è molto importante. Abbiamo fatto una settimana intensa di allenamento in cui abbiamo lavorato bene, stiamo recuperando le infortunate. Il fatto che Michaela Fekete abbia dato ottimi segnali nelle ultime due partite è per me molto positivo, ci giova molto. Speriamo che il suo infortunio non abbia conseguenze sull’approccio mentale ma lavoreremo con attenzione per non farle portare scorie. Con Michaela stiamo lavorando per alzare l’aggressività e i contatti, facendola giocare più dentro l’area e lei si sta impegnando e lavorando per quelle che sono le sue caratteristiche. Sabato è stato un problema giocare gli ultimi minuti senza di lei. Speriamo di recuperare lei e Cinzia”.

La Redazione

 
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti