Antonello Restivo | Foto Luigi Canu

Dinamo, Restivo: “Esordio migliore non poteva esserci”

Un soddisfatto Antonello Restivo ha commentato così ai microfoni di Dinamo TV la prima storica vittoria della Dinamo Sassari femminile nel massimo campionato italiano.

“Devo ringraziare il pubblico che è stato fantastico fin dai primi 5’ in cui siamo partite molto contratti, non si giocava da mesi e non abbiamo potuto disputare amichevoli. Il pubblico ci ha dato quella spinta in più che ci ha fatto sciogliere. Abbiamo fatto una grande gara sotto il livello di intensità. Sono soddisfatto perché non abbiamo mai mollato mentre loro a un certo punto hanno mollato. Sono soddisfatto perché abbiamo giocato bene sugli spazi e sulla difesa, non potevo chiedere di più da questo esordio. La coesione tra le ragazze? Portando le cinque italiane che avevano già giocato insieme volevo proprio il vantaggio di un gruppo che conoscesse il mio metodo di lavoro, le mie spaziature e le situazioni di penetra e scarica, partendo da lì le straniere si inseriscono bene. Devo fare un applauso a tutte e tre le straniere perché stanno facendo grandi progresso e, anche se non sono ancora al meglio, oggi hanno dimostrato la loro grande qualità”. 

Il tecnico cagliaritano analizza la prestazione delle italiane: “Erano tutte molto emozionate, soprattutto Pertile e Cantone insieme alla Gagliano: hanno fatto delle cose molto buone dal punto di vista umane, sono contento per Chiara che oggi disputava la prima partita in A1 ed era molto emozionata, infatti alla fine le compagne sono andate da lei. Sono contento di Giovanna Pertile che è una pedina molto importante, sa giocare bene negli spazi e si fa sempre trovare pronta sugli scarichi. È la sua qualità e oggi lo ha fatto vedere. Le mie sensazioni al debutto?  Io l’ho vissuta molto bene, ero molto tranquillo, quando vedi il lavoro della settimana e le ragazze ti danno fiducia scendi in campo sereno. Ovviamente quando siamo scesi in campo con tutto il pubblico mi sono emozionato anche io. Ora abbiamo due partite di seguito da preparare, andiamo a San Martino e poi Ragusa: dobbiamo cercare di avere dei progressi dal punto di vista fisico. Dobbiamo aumentare l’aggressività iniziale in difesa ma oggi era legata all’emozione iniziale”.

 

AL BAR DELLO SPORT

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti