Antonello Restivo | Foto Luigi Canu

Dinamo, Restivo: “Tutte le partite sono importanti da qui alla fine”

La Dinamo Sassari Femminile è chiamata alla svolta nella Serie A1: dopo la serie di sconfitte consecutive le biancoblù cercano un successo in casa del Vigarano, ancora a quota 0 in classifica, in un importante scontro salvezza.

Coach Antonello Restivo ha parlato all’anti-vigilia partendo dal KO casalingo con Broni dell’ultimo turno: “In questo campionato sono tutte partite importanti, questa ancora di più anche perché veniamo da una sfida dove l’ultimo quarto ci ha condizionato. Potevamo reggere meglio ma loro sono stati bravi ad aggredirci dopo l’extra sforzo che abbiamo fatto nella terza frazione. La cosa importante è recuperare le situazioni fisiche che abbiamo, gli acciacchi, dobbiamo andare li a giocarcela al meglio e disputare una partita di attenzione, usando le nostre possibilità di conquistare i due punti. Sappiamo che il campionato è ancora lungo, per come funziona la femminile è probabile che dovremo arrivare ai playout in una situazione mentale e fisica importante e questo è il nostro obiettivo”.

Poi focus sulle prossime avversarie: “Nel femminile sappiamo che è così, ci sono alcune squadre, per esempio Campobasso, il cui posizionamento in classifica non è veritiero, al momento ha tutte le straniere fuori e ha fatto un grande mercato. Le squadre che lotteranno per la salvezza sono molto ridotte. La cosa importante quando si lotta per la salvezza è cercare di avere la stabilità mentale che può fare la differenza. È normale che quando ci sono le difficoltà sia più difficile reagire ma bisogna lavorare su questo. Tutte le partite sono importanti da qui alla fine. È tutta una questione di costruzione; l’ho sempre detto è più difficile salvarsi che fare i playoff o lottare per i primi quattro posti: perché ci sono situazioni mentali dove si è più precari. Il nostro compito è dare più stabilità possibile e serenità mentale alle ragazze per trovare sempre la voglia di combattere a ogni partita”.

Anche il capitano Cinzia Arioli ha suonato la carica prima della trasferta: “Da un momento difficile come questo si esce continuando a lavorare duro, andando avanti nel nostro percorso che sapevamo dall’inizio sarebbe stato di sofferenza per la salvezza. Bisogna continuare a lavorare con la stessa freschezza mentale ed entusiasmo dell’inizio anche se le sconfitte complicano e tolgono fiducia, bisogna essere bravi a tirare fuori le energie anche in questi momenti. Ci sono tante cose da migliorare quando si parte sapendo di essere indietro. Bisogna stare sul pezzo mentalmente, non bisogna farsi abbattere. Sapevamo che sarebbe stato un anno difficile: l’entusiasmo deve essere l’aspetto fondamentale. Si respira un bel clima nel gruppo, questo non è scontato e rappresenta un’ottima base di partenza quando si affronta un campionato di questo tipo”.

La Redazione

 
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti