La Dinamo esordisce bene in Champions League | Foto Luigi Canu

Dinamo Sassari, buona la prima europea: battuto il Galatasaray

Parte bene l’avventura della Dinamo Sassari nel Gruppo A della Basketball Champions League:  i sardi hanno battuto il Galatasaray al Pala Serradimigini per 93-84 in una gara a tratti dominata dagli uomini di Pozzecco che non hanno però saputo chiudere i conti in maniera definitiva. Unico neo, non piccolo, di una partita ben giocata che mostra la crescita del quintetto oggi biancoverde.

La cronaca: C’è Pusica nello starting five di Pozzecco al posto di Kruslin insieme ai soliti Bilan, Bendzius, Burnell e Spissu: primi minuti abbastanza equilibrati dove è Bilan a spadroneggiare nel pitturato con i turchi che si affidano principalmente al talento di Macon. I padroni di casa, con la nuova divisa verde fluo Champions, provano a dare una prima spallata sul contropiede finalizzato da Bendzius (14-8) dopo una bella stoppata di Burnell costringendo al timeout Erdogan: il copione della partita non cambia, Kruslin e Tillman entrano bene dalla panchina ed è 20-12 dopo i primi 10′. Il Galatasaray fatica, soprattutto sotto le plance, e la Dinamo vola a +11 sul bel movimento di Treier: la Dinamo non alza il piede dall’acceleratore Bilan e Tillman dominano in area ed è +15 Banco. Spissu è letale da oltre l’arco e Sassari raddoppia sul 38-19, poi parziale di 4-0 giallorosso e immediato timeout Pozzecco. Il Gala si risolleva, la Dinamo molla un po’ il colpo e si va all’intervallo sul 44-30.

Al rientro dagli spogliatoi parziale di 5-0 ospite, ma la reazione biancoverde non si fa attendere: Pusica dall’arco, Burnell e Bendzius annullano il tentativo di rimonta avversaria e la Dinamo riprende a giocare con più fluidità. Il terzo quarto vive ancora di fiammate, la Dinamo si spegne nuovamente e ne approfitta nuovamente il Galatasaray che si riporta sul -6. Il Banco si scuote e grazie anche al solito Spissu si porta sul +10 all’ultimo mini-intervallo. L’ultimo quarto inizia sotto il segno di Krusiln, prima serve una palla al bacio per l’appoggio di BIlan poi il croato mette la tripla del +15. La gara sembra chiusa, ma in un amen l’episodio che riapre la partita:  Tillman si becca con Atar e si guadagna un antisportivo colpendo l’avversario, gli arbitri non si accorgono di uno scambio di persona ai liberi e fischiano il tecnico alla panchina di Pozzecco per proteste, tripla sul possesso successivo ed è nuovamente -9 Galtasaray. Kruslin e Spissu scoccano due triple che scuotono la retina avversaria e l’inerzia si reindìrizza verso la squadra di casa, prima di un nuovo antisportivo discutibile fischiato a Kruslin: il croato si fa perdonare con la tripla del nuovo +12 che sembra dare il colpo di grazia ai giallorossi di Istanbul. Nel finale il Galatasaray infatti non riesce più a erodere in maniera consistente il vantaggio biancoverde ed è costretto ad alzare bandiera bianca.

Dinamo Banco di Sardegna Sassari – Galatasaray 93-84 (20-12, 24-18, 21-25, 28-29)

Sassari: Bilan 16, Bendzius 9, Burnell 6,  Pusica 9, Spissu 22, Gentile, Kruslin 11, Devecchi, Tillman 17, Treier 3, Re.

Galatasaray: Atar 9, Hamilton 19, Koksal, Macon 20, Motum 24, Arslan 9, Donat, Erdeniz, Ermis, Hunter, Olmaz, Lee Williams 3.

 

AL BAR DELLO SPORT

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti