Edoardo Casalone | Foto Luigi Canu

Dinamo Sassari, Casalone: “Vogliamo le Top16”

Sfida cruciale per la Dinamo Sassari impegnata a Istanbul contro il Galatasaray nell’ultima partita del Girone A  di regular season della Champions League.

La squadra, già in Turchia di ieri, cercherà di strappare la vittoria e conquistare un passaggio del turno che sembrava assodato dopo le prime tre partite del torneo. L’assistant coach Edoardo Casalone ha parlato così alla vigilia: “Prima di tutto vogliamo ringraziare la società per lo sforzo fatto per inserire un giocatore come Ethan Happ che non vediamo l’ora di vedere in palestra, poter lavorare con lui e inserirlo nella squadra. Per questa ragione ci sentiamo di voler fare noi un regalo al club conquistando per il secondo anno di fila i playoff di BCL. Sappiamo quanto è importante il cammino nelle coppe europee per questo club, per questa città e per tutta la Sardegna: ci teniamo domani a esprimere una buona pallacanestro per provare a raggiungere l’obiettivo che ci siamo prefissati. Sappiamo che per proseguire questo percorso abbiamo diverse combinazioni, in termini di risultati, ma in realtà siamo molto focalizzati su quello che accadrà al Sinan Erden, per cui vogliamo assolutamente che il nostro cammino sia frutto di una buona prestazione, quella che proveremo a mettere in campo domani e che in realtà in Europa ci manca da un po’ di tempo. Ed è per questo motivo che vogliamo ripartire dalle sensazioni che ci portiamo dietro dalla ultima partita di campionato e vogliamo cavalcare questo feeling”.

Sugli avversari commenta: “Affrontiamo una squadra completamente diversa da quella che abbiamo incontrato nella prima giornata, una squadra che nel mentre ha cambiato due allenatori e inserito tre giocatori anche se noi ne affronteremo solo due: Travis Trice, che conosciamo bene perché oltre ad averlo affrontato con Straburgo ha giocato nel campionato italiano con Brescia, e Amile Jefferson, giocatore interno che gli dà pericolosità, verticalità e atletismo. Loro sono una squadra in crescita che sta avendo delle reazioni dopo questi repentini cambi in panchina e arrivano dalla vittoria di due punti nell’ultima sfida di campionato dopo essere stati sotto anche di venti. È una squadra che sta lavorando, sta crescendo ma questo non ci deve spaventare: sappiamo qual è la nostra forza e andiamo per vincere la partita”.

Chiusura sulle chiavi della partita:Loro sono un gruppo che cerca di correre, predilige giocare a un ritmo elevato, gioca pick and roll in campo aperto ed è pericoloso sul perimetro. Sono caratteristiche che ci riguardano e sarà importante capire come gestire il ritmo della partita, quando sarà il momento di correre e quando invece bisognerà evitare che lo facciano loro. Scendiamo in campo concentrarti sulla nostra partita perché vogliamo proseguire il nostro cammino europeo, vogliamo che il nostro club possa raggiungere le Top 16 e vogliamo proseguire in questo stato di forma dove i ragazzi stanno esprimendo un’ottima pallacanestro in campo e cercheremo di mantenere questo trend”.

La Redazione

 
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti