agenzia-garau-centotrentuno

Dinamo Sassari, Chessa: “Contento della mia carriera, sono pronto a dare una mano”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares

Dopo il lungo infortunio che l’ha tenuto lontano dal campo, ma non dalla squadra, per tutta l’ultima parte di stagione, Massimo Chessa sarà nuovamente a disposizione del gruppo e di coach Piero Bucchi per la nuova annata della Dinamo Sassari. Il play-guardia sassarese, messa da parte la fastidiosa lesione alla fascia plantare, sembra essere pronto per tornare a prendersi il proprio ruolo da veterano all’interno del roster. Questo un estratto dell’intervista rilasciata a La Nuova Sardegna.

Sulla permanenza e sulla carriera

Sono contento di restare, sono a casa, e per me si tratta dell’ottava stagione comprese le quattro scorse a Sassari quando ero “piccolo” in A2. Rimpianti per le poche stagioni a Sassari? Andai a Biella in A1, per tornare poi nell’anno del triplete, quindi di nuovo nel 2021. In mezzo tante esperienze e sono contento di come si è sviluppata la mia carriera: ho girato tanto, sono stato in tante bellissime città come Verona, Roma, dove ho vissuto tre anni, Napoli. Sono stato fortunato anche da questo punto di vista“.

Sul nuovo gruppo

Ormai è tanti anni che gioco e posso dire che ripartire da un gruppo numeroso come questa volta è sempre una cosa positiva. Ci si conosce già quasi tutti ed è più semplice. Dobbiamo inserire solo tre giocatori, Dowe, Jones e Onuaku, e sarà più facile sia per noi che per loro che trovano già un sistema abbastanza rodato. Conosco direttamente solo Dowe, lo abbiamo affrontato in coppa quando giocava al Prometey: è davvero forte. Abile nell’uno contro uno, si prende le sue responsabilità se c’è da decidere una partita, bravo nel pick&roll e nel tiro da tre punti. Uno che sicuramente ci serve, un tipo di giocatore che molti cercano. E anche gli altri da quel so sono ottimi giocatori“.

Sul proprio ruolo

Il mio ruolo sarà più o meno quello dello scorso anno. Darò una grossa mano in allenamento, spero di star bene tutto l’anno e quando ci sarà da giocare sono a disposizione come già successo a Venezia e Bologna. Pronto a caricare i ragazzi e a divertirci come sempre“.

La Redazione

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti