agenzia-garau-centotrentuno
kruslin-dinamo-sassari-canu

Dinamo Sassari, Kruslin torna e suona la carica: “A disposizione per invertire la marcia”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Filip torna a casa. La Dinamo Sassari, in silenzio stampa e con gli occhi aperti sul mercato e sul futuro, riparte da una strada già conosciuta nel recente passato. Quel Filip Kruslin salutato solo pochi mesi fa che andrà a rinforzare il roster biancoblù alla caccia di nuove certezze per ripartire dopo un inizio di stagione in salita. Queste le prime parole per il croato classe ‘89, rimasto fermo in seguito alla sua esperienza in Sardegna dell’anno scorso, dopo la nuova firma con i sassaresi.

Sulla decisione

Questa estate ho avuto tante offerte, anche dalla Dinamo. Volevo uscire dalla comfort zone e fare nuove esperienze come mi ha detto anche il mio amico Marco Spissu. Poi alla fine ho aspettato e ora è stato facile accettare la Dinamo dove mi sono sentito a casa e dove ho trovato sempre un gruppo straordinario, per me e per la mia famiglia. Per me è stato facile scegliere di tornare. So che il momento del club non è semplice al momento ma nello sport succede sempre così. Ci sono dei periodi fatti di alti e bassi, si vive in un cerchio di emozioni ma io sono pronto per aiutare la Dinamo a migliorare e crescere”.

Sui compiti e su Cavina

Il mio ruolo? Ho parlato con Pasquini in queste ore, conosco l’ambiente e il campionato. Ci sarà tempo per parlare con il coach del mio ruolo. Quello che è chiaro è che io sarò da subito a disposizione del team e darò il massimo”.

Sul momento del club

La differenza tra andare male e andare bene nel basket è sottile, a volte basta una scintilla, basta un allenamento dove ti diverti un po’ di più e trovi certezze per far cambiare una stagione. Ho visto la sfida con Tortona e credo che alla squadra basti questo. E io ho scelto Sassari anche per questo, per mettermi a disposizione di questo bel gruppo. Il pubblico di Sassari? Ai tifosi voglio solo dire Forza Dinamo! Uno dei miei più grandi dispiaceri è non aver visto dal vivo il pubblico sassarese nell’ultima esperienza. Bilan mi faceva sempre vedere i video del tifo biancoblù ed erano sempre molto emozionanti“.

La Redazione

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti