agenzia-garau-centotrentuno
Federico Pasquini insieme a Gerald Robinson | Foto Centotrentuno

Dinamo Sassari, Pasquini: “Battle? Ancora nessuna telefonata…”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Le parole di Federico Pasquini, general manager biancoblù, a margine della presentazione del nuovo americano Gerald Robinson nella club house di via Nenni.

Tanti temi, da Robinson a Battle, passando per il cambio in panchina. Federico Pasquini, gm della Dinamo Sassari, ha raccontato ai cronisti presenti in club house per la presentazione del nuovo acquisto biancoblù, l’inizio di stagione travagliato dalle parti di Piazzale Segni. Siamo andati su Gerald Robinson perché lo conosciamo da anni – le parole di Pasquini in conferenza stampa – e abbiamo avuto ben pochi dubbi: coach Bucchi lo aveva già allenato a Roma, ci ha dato il suo ok per poter completare il roster con lui. Americano in uscita? Ho letto tanto sulla situazione di Battle, ma al momento ancora non ho ricevuto nessuna telefonata. Ma è chiaro che non si possa continuare la stagione con 14 giocatori, perché non è una cosa positiva né per noi, né per i giocatori stessi”.

Sull’inizio di stagione

“La situazione è stata un po’ particolare perché tutto nasce dall’estate, nel senso che ci sono delle situazioni che ti trovi a vivere e devi fare delle modifiche importanti: tutto nasce dal fatto di aver dato la disponibilità a Spissu di raggiungere il suo obiettivo importante, per noi era giusto premiarlo per quello che ha fatto per la Dinamo. A fine luglio fai fatica a trovare un play al livello di Marco, ma non è una giustificazione. Clemmons ha avuto alcune problematiche, la squadra non è mai stata sua: probabilmente non era il tipo di giocatore giusto. Dopo Trieste abbiamo capito che non era la squadra che ci aspettavamo e abbiamo cambiato allenatore, a malincuore visto il rapporto che ho con Demis Cavina. Poi abbiamo ritrovato Kruslin che era un giocatore che conoscevamo e faceva al caso nostro, infine Gerald: a proposito, ringrazio il presidente Sardara per la grande disponibilità mostrata nel pagamento del buyout di Robinson. Il secondo play? Sarà Stefano Gentile”

dall’inviato a Sassari Francesco Aresu

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti