agenzia-garau-centotrentuno
robinson-canu-dinamo

Dinamo Sassari | Ufficiale il colpo Robinson

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Dopo le voci arriva l’ufficialità. La Dinamo Sassari continua a cambiare pelle e mette sotto contratto Gerald Robinson, play-guardia statunitense ex Virtus Roma e Vuelle Pesaro. Il classe 1989 arriva dalla Germania, dove con la maglia del Chemnitz aveva iniziato positivamente la stagione, andando oltre i dieci punti di media e distribuendo sei assist di media per partita.

La partenza di Clemmons aveva lasciato Sassari scoperta nello spot di uno: una mancanza che, dopo la prima partita senza il passaportato kazako, si è fatta sentire sempre di più, con Gentile e Logan chiamati a fare gli straordinari in regia. Così, la Dinamo ha deciso di inserire nel roster un altro giocatore esperto, capace di essere un pericolo offensivo e di mettere in ritmo i compagni: una scelta chiara, per provare a cercare sicurezze sia sul piano del gioco che su quello della fiducia, come confermato anche dalle parole di coach Piero Bucchi raccolte dall’ufficio stampa della Dinamo.

Sono molto contento dell’arrivo di Gerald Robinson e voglio ringraziare la società dello sforzo fatto per inserire nel nostro scacchiere un giocatore del suo valore. Robinson conosce molto bene il campionato italiano e ha una lunga esperienza in Europa, qualità che renderanno il suo inserimento molto celere. Può giocare nel doppio ruolo di playmaker e guardia, grazie alle sue caratteristiche tecniche unite all’esperienza sarà sicuramente un grande aiuto per la squadra nel prosieguo della stagione. Sono convinto sia un giocatore che si sposi perfettamente con il mondo Dinamo, prima di tutto per le sue qualità morali: lo scorso anno, nella nostra esperienza comune a Roma, nonostante la situazione non fosse estremamente felice è stato uno degli ultimi ad andare via dimostrando fino alla fine grandissima professionalità”.

L’ arrivo di Robinson mette tuttavia in discussione la permanenza di un giocatore straniero. Nei giorni scorsi, Superbasket aveva indicato Tyus Battle come probabile partente. La scommessa della dirigenza biancoblù di inizio anno non ha trovato la sperata continuità sul parquet: l’eventuale uscita dal contratto con la Dinamo potrebbe però non far concludere l’esperienza italiana alla guardia statunitense.

La Redazione

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti