Filip Kruslin festeggia con Spissu e Burnell | Foto Luigi Canu

Dinamo Sassari vince col brivido contro Treviso

Vittoria sudata della Dinamo Sassari contro una pugnace De’ Longhi Treviso guidata dal grande ex David Logan; sembrava un compito facile quella dei biancoblù sul +10 all’ultimo mini-intervallo, ma i padroni di casa hanno subito la rabbiosa reazione della squadra ospite guidata da Max Menetti. 97-93 il punteggio finale al Pala Serradimigni con il Banco di Sardegna che da continuità al successo ottenuto lo scorsa settimana con la Virtus Bologna.

La cronaca: Pozzecco inserisce Gentile nel quintetto iniziale insieme a Spissu, Bendzius, Burnell e Bilan: primi minuti equilibrati con gli attacchi protagonisti più che le difese, Nicola Akele segna 10 dei  14 punti veneti prima del timeout biancoblù chiamato sul +3 ospite. Sokolowski fa male dalla distanza, Bilan e Kruslin con un tiro insperato da oltre l’arco riavvicinano i sassaresi ma sono ancora i trevigiani a scappare sul +11 con tre triple di fila firmate Russell e Imbrò. La Dinamo non riesce ancora ad esprimersi nel secondo quarto, solo BIlan e Burnell riescono a scardinare la zona con un gioco da tre punti e poi con un tap-in per il -6 che costringe al minuto di sospensione Menetti. L’intensità difensiva aumenta in casa biancoblù, Tillman cresce alla distanza e firma un mini-parziale di 4-0 che riportano la Dinamo a -2, facendo cambiare totalmente l’inerzia alla gara: Spissu pareggia dalla lunetta, poi è Bilna a raggiungere la doppia cifra personale e firmare il sorpasso sempre dalla linea della carità. Treviso limita i danni del finale con Logan dall’angolo e si va negli spogliatoi sul 40-38.

Dopo l’intervallo il Banco di Sardegna prova a dare la spallata definitiva sfruttando bene il gioco interno e difendendo  con intensità, Spissu pesca un solitario Burnell in contropiede per il +11 che induce al timeout il tecnico ospite. Logan prova a dare la scossa ai suoi con due triple di fila, ma Spissu e Burnell rispondono colpo su colpo al giocatore originario di Chicago. La Dinamo galleggia sulla doppia cifra di vantaggio e controlla anche grazie a un TIllman che batte bene la zona fronte dispari di Treviso. Nel finale di quarto gli ospiti infilano un parziale di 5-0, ma è Bendzius  a rimediare in parte con il buzzer beater del nuovo +10. Negli ultimi 10′ è ancora Logan show, virata e appoggio al tabellone poi rubata e passaggio per Carroll che inchioda il -7; Logan sigla il -5, poi Bilan si pizzica con Chillo e arriva il tecnico col libero segnato da Imbrò del -4. Il finale diventa complicato: Akele va per il -2, ma ci pensa Gentile a dare ossigeno ai suoi con la tripla dall’angolo. Treviso non sente minimamente il colpo, Akele e Chillo vanno per il -1 poi sono il gioco da tre punti di Burnell e l’elegante finta con appoggio al vetro di Bilan a rimettere le cose a posto per i suoi. La Dinamo si porta sul +7 con i liberi di Burnell, Sokolowski mette una straordinaria tripla che incute paura alla Dinamo che sbaglia l’attacco successivo: sul rimbalzo lungo è però fondamentale la lotta di Gentile che recupera il pallone, servendo Bendzius che viene mandato in lunetta. Il lituano fa 2/2 dalla lunetta e mette più in discesa la partita per il Banco che blinda la vittoria con i successivi liberi di Spissu.

Matteo Porcu

Dinamo Banco di Sardegna Sassari-De’ Longhi Treviso 97-93 (21-29, 19-9, 33-25,

Sassari: Bilan 17, Bendzius 17, Burnell 20, Spissu 7, Gentile 9, Kruslin 11, Tillman 14, Katic 2, Devecchi, Gandini, Treier, Re.

Treviso: Mekowulu 7, Sokolowski 9, Akele 17, Logan 25, Russell 20, Imbrò 9, Bartoli, Chillo 2, Vildera, Carroll 4, Piccin.

 
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti