agenzia-garau-centotrentuno
Miro Bilan | Foto Luigi Canu

Dinamo, Venezia ancora amara: Reyer batte Sassari (99-92)

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

CI si aspettava una lotta dura al Taliercio, come di quelle viste in tante occasioni in questi ultimi anni, e così è stato: a prevalere è stata la Reyer Venezia in un finale emozionante 99-92. Comunque buona la prova della Dinamo Sassari, costretta quasi sempre a inseguire e poi di rimontare prima di un black out che ha compromesso le speranze di vittoria: il Banco poi è stato comunque capace di mettere paura agli avversari che pensavano di aver già portato a casa la vittoria sul +12 a 4′ dalla fine con una rimonta d’orgoglio.

La cronaca: Pozzecco conferma nello starting five Pusica con i “soliti” Bilan, Bendzius, Burnell e Spissu: ancora fuori dai giochi Stefano Gentile, con i veneti costretti a rinunciare a Daye per un problema al ginocchio. Inizio di gara favorevole ai padroni di casa con Bramos che prova subito a imprimere la fuga dei suoi con 7 punti di fila (due triple di cui una con fallo), mentre tra i biancoblù è Bendzius a spiccare con 12 punti nei primi 14 dei suoi; è proprio il lituano va a intercettare un passaggio e va in contropiede per il 15-14 che costringe al timeout De Raffaele. La gara prosegue sul filo dell’equilibrio anche dopo le prime rotazioni con Burnell che si sblocca dall’arco con la tripla del 24 pari. Il finale di quarto è tutto di marca granata con un parziale di 7-0 chiuso dalla tripla di Chapell. Nel secondo quarto rientra bene Spissu, 3/3 ai liberi e assist per Bilan, ma Venezia non molla un centimetro e si porta sul +8 con la tripla frontale di Stone.  Le percentuali Dinamo precipitano e Bramos regala la doppia cifra di vantaggio dalla lunetta dopo un fallo di un negativo Kruslin: il croato fa spazio a Pusica ed è il serbo a firmare il parziale di 4-0 che induce al timeout De Raffaele. La gara si fa sporca, Pozzecco prende un tecnico dopo un mancato fallo su Tillman, Fotu segna il gancio del +9 ma Pusica limita i danni con la bomba del 50-44 che chiude i primi 20′.

Sassari esce bene dagli spogliatoi, lacrima di Spissu e tripla di Bendzius per il -1, ma la coppia De Nicolao-Tonut anima la Reyer che mantiene la testa avanti. La Dinamo rimane aggrappata alla gara, Burnell mette due triple di fila ed è nuovamente -1, poi è Pusica da oltre l’arco a mettere la bomba frontale del primo vero sorpasso dalla partita. Fotu brucia Tillman e Bendzius in due occasioni, Pusica fa 2/2 ai liberi ed è 69 pari all’ultimo mini-intervallo. Treier dà il suo ottimo contributo nell’equilibrato avvio di quarto, poi nuovo strappo veneto con la tripla di Mazzola e l’arcobaleno di Stone. Dopo il timeout di Pozzecco ancora l’estone dall’angolo, ma poi si spegne la luce; parziale Venezia di 11-0, chiuso dai liberi di BIlan che spiana la strada ai padroni di casa. La tripla di Bramos del +12 sembra chiudere i conti,  Pozzecco tenta il tutto per tutto in difesa e un parziale di 7-0 riporta in partita una Dinamo mai doma a 45″ dalla sirena. Tonut fa 1/2 ai liberi, Bendzius segna la tripla che riporta a un solo possesso il Banco di Sardegna. De Nicolao e Burnell fanno 2/2 dalla lunetta, poi è Bramos a chiudere la contesa ancora dalla linea della caritaà. Finale teso con il secondo tecnico a Pozzecco che viene allontanato dagli arbitri.

Matteo Porcu

Umana Reyer Venezia-Dinamo Banco di Sardegna Sassari 99-92 (31-24, 19-20, 19-25, 30-23)

Venezia: Casarin 2, Stone 9, Bramos 28, Tonut 15, De Nicolao 5, VIdmar, Chapell 5, Mazzola 8, Watt 10, D’Ercole, Cerella, Fotu 17.

Sassari: Bilan 16, Bendzius 29, Burnell 13, Kruslin, Spissu 10, Pusica 10, Tillman 4, Gentile, Devecchi, Treier 10, Gandini, Re. Coach: Pozzecco

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti