agenzia-garau-centotrentuno
dinamo-sassari-welcome day

Dinamo Welcome Days: parlano Cavina, Battle, Borra e Clemmons

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Seconda giornata dei Welcome Days alla Club House della Dinamo Sassari in Via Pietro Nenni. Dopo le presentazioni di Giacomo Baioni, Ousmane Diop, David Logan e Christian Mekowulu è stata la volta del coach Demis Cavina, oltre che Jacopo Borra, Anthony Clemmons e Tyus Battle.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Ad aprire le danze è stato il coach romagnolo, tornato a Sassari dopo le esperienze, tra le tante, a Tortona e Torino: “In questi giorni abbiamo lavorato bene, anche grazie all’ottimo atteggiamento dei ragazzi fin dal primo giorno di raduno. Ovviamente non c’è omogeneità nella preparazione, ma stiamo rispettando gli obiettivi iniziali. I ragazzi stanno lavorando tanto”.

La guardia-ala Tyus Battle, invece, non si vuole far intimorire dalle corazzate Virtus Bologna e Olimpia Milano e non ha paura di pronunciare la parola Scudetto: “L’obiettivo è quello di fare tutto ciò che è necessario per vincere le varie competizioni nelle quali siamo impegnati. Queste settimane abbiamo lavorato tanto con la squadra e ho trovato un buon gruppo e un ottimo staff tecnico. Sono contento di ciò che abbiamo fatto in queste settimane”- ha dichiarato il cestista statunitense.

Anthony Clemmons ex Astana, Monaco e Igokea avrà invece il difficile compito di sostituire un giocatore di capitale importanza come Marco Spissu, ma non si scompone e, come Battle, ha tanta voglia di iniziare: “Il nostro obiettivo è quello di essere competitivi e di vincere il più possibile: stiamo lavorando sulla chimica e stiamo iniziando anche a lavorare sugli aspetti tecnici. Sappiamo che ci aspetta una lunga stagione: la Supercoppa inizia a breve, poi ci saranno campionato e Champions League. Vogliamo migliorare partita dopo partita”.

L’ultimo giocatore è stato Jacopo Borra, che dopo una lunga gavetta in Serie A2, in questa stagione ha finalmente l’opportunità di esordire in LBA e nelle competizioni europee: “Ringrazio il coach, la società e il mio procuratore per questa grande opportunità: penso di essere pronto a questo salto di qualità e farò tutto quello che sarà utile alla squadra, dallo stirare gli asciugamani al giocare 35’ per portare la squadra più in alto possibile”.

Fabrizio Pinna

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti