agenzia-garau-centotrentuno
lucas-dinamo

Dinamo Women e Dinamo Lab tornano sul parquet

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Sarà un week-end di ritorno in campo per Dinamo Women e Dinamo Lab. Le ragazze di Restivo torneranno in campo dopo lo stop forzato causa positività Covid nel gruppo squadra, mentre Spanu e compagni andranno nuovamente sul parquet dopo la prima fase di campionato conclusasi a novembre.

Ritmo e intensità per battere Empoli

Quella contro la USE Scotti Rosa Empoli non sarà una sfida facile per Shepard e compagne. Dopo uno stop di quasi dieci giorni e tre rinvii consecutivi, contro Geas Sesto San Giovanni, Costa Masnaga e San Martino di Lupari, le biancoblù sono tornate ad allenarsi in gruppo solo nella giornata di martedì 11 gennaio. Poco, dunque, il tempo per recuperare il ritmo gara, con le toscane che, ultime in classifica e con una partita in più sulle gambe, proveranno a strappare un risultato importante. La sfida, in programma a Empoli sabato 15 gennaio alle 18, è stata presentata da coach Antonello Restivo:

“Torniamo in campo dopo tanto tempo, se da un lato ci è dispiaciuto fermarci perché arrivavamo da una buona partita con Schio e questi dieci giorni di stop ci hanno spezzato il ritmo. L’obiettivo principale è tornare a parlare di pallacanestro: devo ringraziare ancora una volta le ragazze perché non è facile stare a casa e lavorare fisicamente per non stare ferme. Andiamo a Empoli che è già tornata in campo dopo un lungo stop: hanno giocato a Bologna disputando un grande primo tempo e resistendo alla Virtus anche nel secondo anche se chiaramente nel finale Bologna ha fatto valere la differenza fisica e tecnica. Affrontiamo una squadra che ha iniziato la stagione con qualche difficoltà: nella sfida disputata al PalaSerradimigni gli mancava una straniera che è arrivata a novembre. Si tratta di Aliyah Jeune, una guardia statunitense classe 1997 con tanti punti nelle mani. Empoli è una squadra che va tanto in campo aperto, che si può accendere da un momento all’altro punendo con tante tiratrici, mentre dall’altra parte del campo difende con grande aggressività. Sarà importantissimo l’approccio, perché fuori casa non è mai facile: dovremo essere bravi a restare sempre dentro la partita e mettere molta intensità sia offensivamente sia difensivamente. Cercheremo di stringere i denti e fare tutte le nostre cose con grande dedizione”.

Trasferta nelle Marche

La Dinamo Lab torna in campo a distanza di quasi due mesi. Ultima partita giocata quella contro Firenze, il 13 novembre scorso a Sorso, prima di una lunga pausa dovuta anche agli Europei di Basket in Carrozzina disputati in Spagna ma interrotti nella fase finale dal Covid. Per gli uomini di coach Bisin, nella prima fase di campionato erano arrivate una vittoria, all’esordio contro Bergamo, e due sconfitte, contro l’Amicacci Abruzzo e la seconda proprio nell’ultima uscita contro i toscani. Una classifica non positiva ma resa meno amara dall’inserimento del giovanissimo Cristiano Uras, classe 2007, nel programma della FIPIC dedicato ai giovani di prospettiva. Dopo il turno di riposo del weekend del 9 gennaio, si aprirà una nuova fase per la squadra capitanata da Claudio Spanu che andrà in trasferta a Porto Potenza Picenza, nelle Marche, per affrontare il Santo Stefano. La gara, in programma il 15 gennaio alle 16, è stata presentata dal tecnico biancoblù con queste parole:

Iniziamo subito l’anno con una bella sfida interessante contro una delle prime forze del campionato: siamo molto curiosi di tornare in campo. Siamo contenti perché ci stiamo allenando bene, con intensità”. Contro i marchigiani potrebbe esserci l’esordio del nuovo acquisto Billy Bridge, già nel roster prima della ripresa degli allenamenti datata 3 gennaio. “C’è grande curiosità di vedere come Billy possa cambiare la squadra: è chiaramente una pedina importante del nostro sistema e sono sicuro ci darà un apporto sostanziale anche in termini di crescita”.

La Redazione

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti