agenzia-garau-centotrentuno
joao pedro-cagliari-spezia-sanna

Discussione con Joao Pedro, Mazzarri: “Non lo farà più, non voglio scenate”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Prima della gara all’Empoli Walter Mazzarri è tornato anche sulla sfida alla Lazio, suo esordio in rossoblù, e in maniera particolare sulla prestazione di gruppo e di alcuni singoli. L’allenatore toscano si è concentrato anche sul discusso episodio del dibattito acceso con Joao Pedro inquadrato dalle tv nei minuti finali dell’Olimpico.

La questione

Su Joao non vorrei si travisasse. Joao mi ha già promesso che non lo farà più, ma non era per il cambio. Certe volte è bene che un giocatore, anche se è capitano, eviti le scenate eclatanti. Io quando escono i calciatori li do sempre la pacca, e poi negli spogliatoi  faccio parlare anche loro. Lui era arrabbiato per il gol preso, e mi ha fatto capire che abbiamo lo stesso spirito. Quando pareggiamo ma possiamo vincere, dobbiamo essere arrabbiati. Ed era giusto quello che ha detto, ma certe cose plateali devono restare per noi. Non deve più farlo ma aveva ragione perché ci siamo abbassati troppo e lui voleva dare alla rosa un segnale diverso. L’equivoco era solo questo, l’errore è stato renderlo plateale ma il principio suo è il mio“.

Su Caceres e Pavoletti

Caceres è tra i ragazzi più esperti, lui come Pavoletti, mi aiutano dalla panchina. Io voglio questo, Martin quando è uscito ha fatto quasi da collaboratore aiutando chi si stava scaldando. Da questa cosa ripartiamo. Poi in campo ha fatto bene nonostante l’ammonizione presa subito. Ho detto ai ragazzi che siano i primi tifosi della squadra, bisogna sostenere i compagni. Se mi accorgo che uno fa lo scontento ci sta che lo metto fuori rosa“.

Su Pereiro

Credo che lui stesso non ha chiaro bene dove può giocare, può fare tanti ruoli ma deve trovare la sua dimensione. E io ho bisogno di tempo per capire dove metterlo al meglio, io ho la sensazione che può fare anche la punta. Può fare l’esterno a piede invertito e si è messo a disposizione per la fascia. Io l’ho impiegato da seconda punta ma non è entrato nel vivo del gioco per colpa del momento della squadra“.

La Redazione

 

 

Al bar dello sport

4 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti