Emerson Borges

Emerson e Arboleda si presentano: “Olbia, la nostra scelta”

È tempo di presentazioni in casa Olbia. A una settimana dall’inizio del ritiro di Buddusò e il giorno dopo la prima sgambata stagionale contro il Cagliari, i bianchi presentano i primi due acquisti della stagione 2020/2021. Si tratta di Emerson Ramos Borges e Christian Arboleda, presentati nella sala stampa del “Nespoli” dal presidente Alessandro Marino e dal Direttore Sportivo Tomaso Tatti.

È proprio il numero uno olbiese a iniziare le presentazioni di rito. “Siamo molto contenti di aver portato a termine queste due operazioni. Per due motivi: tecnico, per il valore dei giocatori, ma soprattutto umano. Sono contento per i profili scelti, stiamo costruendo e puntellando una rosa con valori umani, e non sono tecnici, importanti. Abbiamo bisogno di entrambe le componenti per raggiungere i nostri obiettivi”.

Si parte da un giocatore molto amato nell’isola, con il suo trascorso dal 2003 al 2007 tra Elmas e Nuoro.  “Emerson è sardo, forse più di me (sorride, nda). Per lui si tratta di un ritorno e sono contento che lo abbia fatto da noi perché ci darà tanto, sarà importante per i giovani perché ha una mentalità vincente ma positiva”.

Parola al difensore che ha trascorso le ultime due stagioni al Potenza: “Vorrei ringraziare la società perché mi ha corteggiato tanto e fatto sentire importante a 40 anni. La possibilità di tornare a casa è stato ciò che più di tutto mi ha fatto scegliere Olbia – ammette il difensore ex Livorno – darò il mio contributo fatto anche d’esperienza a una società che vuole crescere tanto. Il progetto mi hanno convinto subito, dalla prima battuta con il direttore Tatti.
La decisione era presa un po’, ma ho temporeggiato a livello burocratico per rispetto del Potenza”.
“Obiettivi di stagione? Sono quelli prefissati dalla società e io mi metto a disposizione. Il primo passo sarà quello di migliorare ciò che è stato fatto lo scorso anno. Cercheremo di fare un campionato importante”. Con il suo carico d’esperienza Emerson, assieme ai “senatori” può sicuramente avere un ruolo importante nello smaliziare la squadra. ”Quest’anno con le regole nuove mettere in gioco l’esperienza sarà un elemento fondamentale”.

Ieri la prima uscita ufficiale della nuova Olbia targata Max Canzi contro il Cagliari, ad Aritzo, un test ad inizio preparazione ma probante per i nuovi meccanismi.  “È stata una buona prova contro una squadra di Serie A. Sono uscite utili per capire tante cose. Posso dire che dopo una settimana di lavoro con il gruppo c’è l’atteggiamento gusto. Concentrazione e motivazioni sono fondamentali nella nostra categoria.

Restiamo nel reparto arretrato ma ci spostiamo sulla fascia. Christian Arboleda resta in nel nord Sardegna e sceglie Olbia. “Arboleda lo conosciamo da qualche anno – commenta Marino – e lo abbiamo messo nel mirino dai tempi dell’Arzachena. È un giocatore importante con ampi margini di miglioramento.”

Christian Arboleda
Christian Arboleda

Così il classe ’97: “Quando si è presentata l’occasione non ci ho pensato minimamente.  Come dice il pres, posso migliorare tanto e tra i miei obiettivi personali c’è proprio quello di crescere e migliorarmi. Spero di togliermi grosse soddisfazioni.  La squadra è compatta, dopo una settimana insieme dico che possiamo toglierci belle soddisfazioni, c’è il giusto mix di giovani”.  Ieri la prima partita dopo qualche mese: “Ho avuto una bella sensazione, è stato un buon test per mettere minuti nelle gambe. Ho visto grande approccio alla gara da parte di tutti”.7

Roberta Marongiu

TAG:  Serie C
 

AL BAR DELLO SPORT

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti