agenzia-garau-centotrentuno

Esperia, il cuore non basta: Messina sbanca Cagliari in gara 1

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Era chiamata all’impresa l’Esperia Cagliari contro la quotata Just Mary Messina nella Gara 1 di spareggio per il concentramento nazionale che darà l’accesso alla Serie B, impresa che è stata sfiorata dai granata di coach Manca con una partita di orgoglio e intensità: 64-71 il punteggio finale in favore dei Peloritani che difenderanno i 7 punti di vantaggio in Gara 2 domenica.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

La cronaca: Equilibri iniziale con Messina che si dimostra efficace dall’arco nonostante la grande aggressività esperina difensiva: sulla tripla di Vidakovic è 8-14 con il timeout di coach Manca a tentare di fermare l’inerzia siciliana. Le percentuali si abbassano con il passare dei minuti e al primo mini-intervallo è -7 per l’Esperia che ha trovato un buon contributo da Fois uscito dalla panchina. Nel secondo quarto la Just Mary prova a scappare,  Kulevicius va per il  +10  poi sono i tanti falli comminati ai sardi a fare la differenza con Messina che si porta sul +16 sfruttando anche le scarse percentuali dei padroni di casa.

Al rientro in campo altro parziale degli ospiti, due triple di Kulevicius e il libero di Budrys fanno sprofondare a -27 Cagliari: l’Esperia con un moto d’orgoglio si ritrova, controparziale di 7-0 che però viene chiuso dai liberi di Salvatico. Floridia mette la tripla del -17, il palazzetto si scalda ulteriormente e il distacco all’ultimo mini-intervallo è di 14 punti sul lay-up di Chessa. L’avvio del quarto finale è intensissimo, i granata mettono cuore e grinta e si riportano addirittura sul -6 con Messina che si aggrappa a Vidakovic: è lui a mettere la tripla frontale del 53-63 a 4’36” dalla sirena finale e a fare la voce grossa sotto le plance. Dopo il timeout parziale di 5-0 dei granata, la Just Mary si mantiene sopra con alcuni liberi ed è Kulevicius a sentenziare con una pesantissima tripla del +8 a 1′ dalla fine. Floridia segna rapidamente dall’area, Messina fallisce il possesso successivo ma viene salvata dal rimbalzo offensivo di Vidakovic che garantisce altri secondi ai suoi: il libero di Salvatico e il rimbalzo sul suo stesso errore dalla lunetta chiudono di fatto i conti. Alla sirena è 64-71, tra gli applausi per i padroni di casa comunque certi della Serie C Gold per la prossima stagione.

Matteo Porcu

Esperia Cagliari-Just Mary Messina 64-71 (14-21, 7-19, 19-14, 24-17)

Progressivi: 14-21, 21-40, 40-54, 64-71

TAG:  Basket
 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
sandy-sardinia-spiagge-sardegna