Estate? Il calcio non si ferma

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

L’estate del 2019 come abbiamo già potuto vedere sarà caratterizzata da importanti appuntamenti per quanto riguarda il calcio mondiale.

Il mese di giugno è iniziato con la fase finale della prima edizione di UEFA Nations League, che ha decretato il Portogallo di Cristiano Ronaldo come la prima formazione vincitrice di questa nuova competizione, utile anche in ottica di ranking FIFA, capace di superare l’Olanda, che nelle semifinali aveva battuto l’ormai ritrovata Inghilterra di Southgate, formazione che sempre in ottica europea, attualmente occupa una posizione di vantaggio, assieme al Belgio, rispetto alle varie Spagna, Germania e Italia stessa.

Verso Euro 2020

Gli Europei del 2020 sono davvero vicini e il prossimo mese di settembre sarà fondamentale per determinare e capire meglio alcune dinamiche tra le varie nazionali coinvolte. C’è una nota positiva anche per la Nazionale di Roberto Mancini, che grazie alle sue quattro vittorie consecutive, contro Finlandia, Liechtenstein, Grecia e Bosnia ed Erzegovina, dovrebbe collocarsi in termini di ranking Fifa tra il 14esimo e il 15esimo posto, ma cosa ancora più importante, tra le prime dieci selezioni a livello europeo. E’ vero che l’obiettivo dichiarato è quello di qualificarsi per i prossimi Europei, ma bisogna anche iniziare a pensare a un veloce ritorno nel giro che più conta: quello del mondiale del Qatar 2022.

Le squadre con il ranking più elevato: cosa cambia per lo scacchiere europeo

Le cose rispetto agli anni passati sono molto più complesse, visto che basta poco per ritrovarsi in un girone complicato con le teste di serie come Spagna, Inghilterra, Germania, Portogallo e Belgio. Motivo in più per continuare a fare bene in questo girone di qualificazioni, dove strano a dirsi, visto che non erano tra le nazionali pronosticate come potenzialmente pericolose, l’Italia di Mancini dovrà ora guardarsi più da Finlandia e Armenia, che non da Grecia e Bosnia ed Erzegovina, di fatto già tagliate fuori per la lotta al primo posto del girone J. Si tornerà a giocare però solo a settembre, prima contro la Finlandia e successivamente contro la Grecia. Nonostante questo, il mese di luglio vedrà altri importanti appuntamenti, per quanto riguarda la Copa America e la Coppa d’Africa.

Copa America e Coppa d’Africa per un mese di calcio ad alti livelli

Le due competizioni si svolgeranno tra la fine di giugno e la prima parte di luglio e andranno a costituire un palinsesto piuttosto interessante anche per quanto riguarda il tema delle scommesse sportive durante questo periodo dell’anno. Qui potrete trovare pronostici scommesse calcio online per quanto riguarda questa edizione di Copa America, dove come da tradizione Brasile, Argentina e Uruguay partono chiaramente favorite, ma non bisogna sottovalutare nemmeno squadre come la Colombia e ancora meno il Cile, che ha vinto le ultime due edizioni del torneo. Il Brasile è il paese ospitante di questa edizione di Copa America, che vede ancora una volta l’Argentina di Lionel Messi, alla ricerca di un titolo che manca dal lontano 1993, quando c’erano ancora alcune delle vecchie glorie che avevano preso parte ai Mondiali di Italia ’90, praticamente un’altra epoca calcistica.

L’Argentina di Messi, pur avendo disputato quattro delle ultime cinque edizioni disputate, non è mai riuscita a vincere questo titolo, il ché unito alle recenti delusioni dei Mondiali del 2014 in Brasile, con una finale persa contro la Germania e dell’ultima partecipazione a Russia 2018, rende particolarmente attesa questa manifestazione, che vede almeno quattro nazionali favorite: il Brasile, che seppur privo di Neymar, è la nazionale che gioca in casa, l’Argentina di Messi e le ultime vincitrici delle edizioni 2016, 2015 e 2011, cioè Cile, squadra campione per due volte consecutive e l’Uruguay di Cavani e Suarez, che aveva trionfato proprio nell’edizione disputata in Argentina nel 2011.