Fabio Aru

Fabio Aru: dopo il ritiro al Tour, avventura alla UAE finita?

Potrebbe essersi conclusa col triste ritiro della Pau-Laruns al Tour de France l’avventura di Fabio Aru con il Team UAE Emirates.

Una separazione già ampiamente preventivabile visti gli scarsi risultati registrati dal villacidrese nel triennio con la squadra emiratina, frutto di diversi problemi fisici. Un quarto posto nella quarta tappa della Tirreno-Adriatico del 2018 il miglior risultato ottenuto dal sardo, arrivato qualche mese prima dall’Astana. A confermare il mancato rinnovo con la UAE Emirates è la Gazzetta dello Sport: “Fonti della UAE Emirates confermano che la stagione 2020 di Fabio Aru è finita. Il suo contratto termina quest’anno e sta cercando una nuova squadra”- il tweet della firma del ciclismo della Rosea Ciro Scognamillo.

Niente Vuelta a España (sempre si disputi) quindi per Il Cavaliere dei Quattro Mori che dovrebbe ora trovarsi nella sua terra d’origine. Intanto a lanciare la bomba sulla sua possibile nuova squadra è stato il guru del ciclomercato, il giornalista Beppe Conti; per l’opinionista della RAI se la NTT risolverà i suoi problemi economici che la attanagliano e che mettono a serio rischio la sua sopravvivenza nel World Tour, potrebbe puntare proprio sul rilancio di Aru per la stagione 2021. Il danese Bjarne Riis, ex corridore degli anni ’90 e ora responsabile della squadra con licenza sudafricana, deve prima risolvere la grana di trovare un nuovo sponsor, cosa non facile di questi tempi.

Matteo Porcu

 

TAG:  Fabio Aru
 

AL BAR DELLO SPORT

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti