agenzia-garau-centotrentuno
ciclismo-fabio-aru-qhubeka

Fabio Aru: niente Tirreno, sarà alla Parigi-Nizza

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Ci sarà ancora la Francia nel prossimo futuro di Fabio Aru: dopo il Tour de la Provence, il Tour des Alpes Maritimes et du Var e le due corse in linea di Faun Ardeche e Drome Classic, il Cavaliere dei Quattro Mori sarà al via della Parigi Nizza che partirà domenica da Saint-Cyr-L’Ecole.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Nell’eterno dualismo con la Tirreno-Adriatico nel programma di marzo stavolta ha avuto la meglio la corsa transalpina composta da sette tappe in linea e una cronometro.  Il debutto sarà con il circuito di Saint-Cyr-L’Ecole (165 km) con una salitella finale che potrebbe fare da trampolino per qualche scattista: dopo una tappa relativamente semplice dedicata ai velocisti, la cronometro di Gien (14,4 km), seguita dalla prima tappa con arrivo in salita a Chiroubles (7,4 km al 7% medio). Quinta frazione per i velocisti, poi la sesta vallonata da Brignoles a Biot di 202 km: la settima tappa è quella clou con l’arrivo a La Colmiane (16,2 km al 6,2 %). Chiusura sul classico circuito di Nizza con il Col d’Eze e Col de Quatre Chemin nel finale.

La Qhubeka-ASSOS presenterà una squadra mista con Nizzolo che mirerà ai successi di tappa (con due uomini fidati come Pelucchi e Walscheid), il cronoman Campanaerts, mentre spetterà al belga Armée aiutare i due uomini per la classifica generale Henao e il villacidrese. “Per la classifica generale abbiamo un bel gruppo formato da Fabio, Sander e Sergio- le parole del DS Gabriele Missaglia-. È fantastico avere finalmente quest’ultimo  con noi e sappiamo che può essere un ciclista importante per la stagione a venire, quindi sarà interessante vedere qual è il suo livello in questo momento”. La Parigi-Nizza avrà un parterre de roi d’eccezione come tradizione che vedrà al via il vincitore della Vuelta 2020 Primoz Roglic, Vlasov, Pello Bilbao, Schachmann, il vincitore del Giro d’Italia 2020 Geoghegan Hart, Hindley, Martin e Barguil tra gli altri.

Matteo Porcu

 
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti