Filippi: “Serve una grande Olbia”

Vigilia di Olbia-Pontedera, domenica alle 14.30 al “Bruno Nespoli”.

“Per battere il Pontedera servirà la migliore Olbia della stagione”. Così Michele Filippi prima del match, importante per dare continuità al successo contro la Virtus Entella. Poi il riposo forzato per il rinvio della gara col Pro Piacenza e tanto lavoro sul campo. In mezzo anche il calciomercato, con l’addio di Crosta (oltre a Calamai e Tetteh), la permanenza di Senesi (in scadenza di contratto) e l’arrivo di Dalla Bernardina, Romboli e Gemmi. “Non abbiamo ancora fatto niente – dice Filippi -, ma lo spirito e il grado di consapevolezza riconquistati dalla squadra ci hanno permesso di allenarci con ulteriore serenità e convinzione. Dopo la pausa forzata, ripartiamo determinati a conquistare il massimo risultato contro un avversario ostico che gode legittimamente dei favori del pronostico”.

Pontedera lanciatissimo. “È una squadra in salute che fa della continuità e dell’equilibrio un punto di forza. Per la categoria rappresenta un esempio modello: in questo biennio hanno ottenuti risultati importanti superando con maturità anche momenti difficili. Al Nespoli troverà tuttavia un’Olbia fortemente motivata a esprimere con rabbia furente il massimo potenziale. Dobbiamo puntare a fare la migliore prestazione dell’anno”.

Sul mercato. “Sono arrivati giocatori validi e di prospettiva che ci riportano al giusto numero di effettivi. Questo ci consente di alzare la qualità degli allenamenti, un aspetto per me molto importante perché, per i ragazzi stessi, avere dei competitor interni è funzionale alla loro crescita. Ci tengo comunque a ringraziare il responsabile del Settore Giovanile Mauro Uscidda per il prezioso supporto che ci ha dato in queste settimane. Il nostro unico pensiero è di crescere nel rendimento e nelle prestazioni. Siamo concentrati esclusivamente sull’oggi. Affrontiamo gli impegni uno per uno, è il modo migliore per ottenere il massimo”.