agenzia-garau-centotrentuno

Fortitudo-Dinamo 84-103: riscatto Sassari, espugnata Bologna

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Dopo la brutta prestazione offerta dai giganti biancoblù in occasione del match contro Cremona, è stato tempo di riscatto per gli uomini di Bucchi che vincendo 84-103 contro la Fortitudo Bologna, hanno spazzato via le polemiche e portato a casa una vittoria che darà sicuramente morale.

Primo Quarto

La Fortitudo nel primo minuto e mezzo è partita subito con il piede affondato sull’acceleratore, mettendo a segno un mini parziale di 5-0 con Benzing e la bomba di Frazier, alla quale ha risposto Burnell dai 6.75. Chi ha iniziato caldissimo è stato Pietro Aradori, che dopo soli 4’30 è arrivato a quota 7 punti, trascinando i suoi sul +5 (10-5). La Dinamo però ha iniziato a giocare con più concentrazione e grazie ai rimbalzi di Bendzius e Mekowulu, e alla bomba di Kruslin ha potuto mettere la testa avanti per la prima volta a 4′ dallo scadere (14-12). Le rotazioni della Fortitudo soprattutto con l’ingresso di Toté hanno consentito ai padroni di casa di riuscire a difendere meglio, e attaccare con più mordente una difesa della Dinamo che nella seconda metà del quarto non è apparsa allo stesso livello di come aveva iniziato (24-15).

Secondo Periodo

La seconda frazione è iniziata con Logan che ha voluto fare la voce grossa mettendo a segno subito una bomba e dando geometrie agli attacchi dei suoi compagni. La gara è andata avanti a suon di triple, giochi da tre e alley hoop e il tabellino ha iniziato a volare, soprattutto in favore della Fortitudo che con Charalampopoulos e Gudmunsson si è portata a metà quarto sul +4 (39-35). I biancoblù non sono riusciti subito a reagire alle offensive dei bolognesi che hanno continuato a macinare punti e triple con Frazier e Aradori (49-39). La Dinamo però non ha mollato, e spinta dalle triple di Logan e Kruslin, dal gioco da 3 punti conquistato e messo a segno da Robinson è riuscita a segnare un mini parziale di 11-0 a 25” dallo scadere che l’ha riportata sul +1 (50-51). Il secondo quarto si è chiuso nel nome di Diop che dopo essersi conquistato due liberi, e un rimbalzo difensivo ha permesso ai suoi di fare ritorno negli spogliatoi sul +3 (49-51).

Terzo Periodo

La Dinamo è rientrata in campo con la stessa intensità della fine del secondo periodo, dopo tre minuti ha portato il vantaggio sul +8 grazie a due triple realizzate da Bendzius accesosi definitivamente (60-52). I biancoblù hanno continuato ad imporre il loro gioco e grazie al dinamismo di Robinson e gli assist di Logan per il caldissimo Bendzius hanno consolidato il vantaggio e a 3’30 dello scadere si è portata sul +12 (73-61). Il fuoco della partita nonostante questo vantaggio conquistato dalla Dinamo non si è spento e la tripla messa a segno da Benzing ha tenuto viva la fiamma per la Fortitudo. Dopo due minuti senza canestri per i biancoblù, chi ha sbloccato la retina è stato Mekowulu, a cui ha risposto subito Totè che ha messo a segno l’ultimo canestro del quarto (68-75).

Quarto Periodo

Riparte forte il quarto per entrambe le squadre, Mekowulu battezza il canestro con una bomba dai 6.75, ma la Fortitudo non molla e grazie alla tripla di Procida non permette ai biancoblù di scappare. I guizzi e le invenzioni di Logan e Robinson, unite al fisico e alla grinta di Mekowulu hanno permesso ai biancoblù di allungare il vantaggio e di portarsi sul +14 dopo 3′ di gioco. La gara ha continuato a viaggiare su ritmi altissimi e giocate di alta qualità, soprattutto per mano di Logan e Robinson che grazie alla loro esperienza e i tanti punti messi a segno, hanno permesso ai biancoblù di trovare una vittoria importantissima scacciando via le ombre della brutta prestazione offerta contro Cremona.

 

Dinamo Sassari: Logan (18), Robinson (20), Kruslin (10), Gandini, Devecchi, Treier(2), Chessa, Burnell(3), Bendzius (18), Mekowulu(20), Gentile (6), Diop (6)

Allenatore: Piero Bucchi

Fortitudo Bologna: Frazier (15), Gudmunsson (6), Aradori (15), Mancinelli, Dhuram (5), Manna, Procida (5), Benzing (10), Charalampopoulos (11), Totè (17), Groselle, Borra

Allenatore: Martino Antimo

Andrea Olmeo

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti