GRANDIOSI!

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Alla Sardegna Arena di Cagliari di scena l’Inter di Luciano Spalletti.

Un grande Cagliari batte l’Inter 2-1 con i gol di Ceppitelli e Pavoletti nel primo tempo. In mezzo il pareggio di Lautaro Martinez. Prestazione maiuscola dei sardi, che danno uno scossone di rilievo alla classifica e alla stagione.

Le formazioni – Maran rispolvera Srna dal 1′ e lascia fuori lo stakanovista Padoin, con Faragò mezzala e Joao Pedro (al rientro dalla squalifica) accanto a Pavoletti. Il resto è tutto già visto. Inter con Lautaro Martinez davanti, Perisic-Nainggolan-Politano a supporto, Vecino-Brozovic in mezzo. A sinistra, in difesa, torna Asamoah.

Primo tempo – Dopo 7′ Cigarini si fa ammonire per fallo su Nainggolan, salterà Bologna. Parte forte il Cagliari, che sfiora il gol con Pavoletti (di testa), Ionita e ancora Pavoletti (para Handanovic, poi fallo di Joao Pedro su Skriniar), dimostrando grande voglia di aggredire avversario e partita. Il filone rimane invariato fino alla mezzora, con un Barella che scuote a più riprese i sardi portando la palla avanti e generando occasioni da gol. Al 20′ Joao Pedro viene ammonito, così come Skriniar che stende Cigarini al 29′. Ed è proprio dalla punizione seguente che arriva il gran gol di Ceppitelli, con una girata di testa sul secondo palo. Il Cagliari domina, e poco dopo va vicino al raddoppio: cross di Pellegrini, anticipo di Pavoletti e miracolo di Handanovic, Joao Pedro manda alle stelle il tap-in. Inter in confusione, ma al 38′ ecco lo splendido anticipo di Lautaro Martinez sul primo palo: cross perfetto di Nainggolan, l’argentino brucia Ceppitelli e fredda Cragno. Il Cagliari reagisce, spinge con i terzini e le mezzali e al 40′ Faragò ciabatta il destro che poteva valere il 2-1. La partita si fa bellissima, Perisic salta Srna e mette un pallone basso che Lautaro Martinez spinge verso Cragno, bravo a murare. Il match è divertente, il Cagliari gioca bene, e allora sulla trama Faragò-Srna arriva Pavoletti che gira da centravanti di lusso e riporta avanti i rossoblù al 44′. Gli ultimi squilli del primo tempo sono di Martinez e Nainggolan, senza paure per gli isolani.

Secondo tempo – Nessun cambio nell’intervallo, l’Inter prova ad alzare i ritmi e ci vuole un attento Cragno per salvare il Cagliari: prima su Politano e poi su Lautaro Martinez. Il Cagliari gestisce bene e alleggerisce spesso, Maran invoca una squadra che rimanga alta in pressione preventiva e i suoi lo soddisfano, così si arriva all’80’ senza troppi sussulti, se non l’arrembaggio sterile dei nerazzurri guidato da un mai domo Nainggolan. Maran toglie prima Cigarini per Bradaric (al 69′) e poi Joao Pedro per Despodov (all’81’), con l’obiettivo di cercare più freschezza davanti evitando di subire e basta. All’83’ la grande palla gol è quella di Borja Valero, che spara alto da dentro l’area. L’Inter spinge, Lautaro Martinez è presentissimo in area di rigore, Nainggolan trascina, e all’85’ Cragno è miracoloso mandando sul palo la sassata ravvicinata dell’argentino. Maran corre ai ripari e toglie Ionita, inserendo Padoin. Al 91′ il Cagliari riesce a ripartire, Despodov va in profondità, scivola ma trova il guizzo per beffare Skriniar: dal dischetto Barella manda alle stelle tenendo viva tutta la tensione. Ma non è serata di beffe, Cagliari può godere.

IL TABELLINO
CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Srna, Pisacane, Ceppitelli, Pellegrini; Faragò, Cigarini (69′ Bradaric), Ionita (85′ Padoin); Barella; Joao Pedro (80′ Despodov), Pavoletti. A disposizione: Aresti, Rafael, Cacciatore, Leverbe, Lykogiannis, Oliva, Doratiotto, Thereau. Allenatore Maran.
INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, De Vrij, Skriniar, Asamoah (83′ Candreva); Brozovic, Vecino (67′ Borja Valero); Politano, Nainggolan, Perisic; Lautaro Martinez. A disposizione: Padelli, Gagliardini, Ranocchia, Joao Mario, Cedric, Miranda, Dalbert, Colidio. Allenatore Spalletti.
Note: terreno in perfette condizioni, vento di maestrale molto sostenuto, stadio tutto esaurito. Recupero: 2′ pt e 6′ st. Ammoniti: Cigarini (C), Joao Pedro (C), Skriniar (I), Vecino (I),
Reti: 30′ Ceppitelli, 39′ Lautaro Martinez (I), 44′ Pavoletti

Fabio Frongia