Gioia per la Dinamo Sassari | Foto Luigi Canu

Il GEAS: “La Dinamo Sassari non ha voluto rinviare la partita”

Sulla seconda vittoria della storia della Dinamo Sassari femminile hanno pesato le condizioni della squadra di casa il GEAS Sesto San Giovanni: tra le rossonere si è infatti sviluppato un focolaio di coronavirus che ha colpito ben 6 giocatrici della squadra lombarda.

Per la gara di sabato scorso coach Cinzia Zanotti ha avuto a disposizione solo 6 giocatrici a referto e la società per scelta non ha voluto coinvolgere la squadra giovanile per “salvaguardare la salute delle ragazze più giovani”: il risultato è stato quello di aver concluso in 4 sul campo (per via di un infortunio e di un’esclusione per falli) la gara vinta nel finale dalla formazione sassarese di Restivo.

A distanza di qualche giorno la storica società di Sesto è tornata sulla partita rilasciando un comunicato: “L’Allianz Geas torna solo oggi su quanto avvenuto in occasione della quinta giornata del campionato di serie A1 per comunicare di aver chiesto, già domenica 25 ottobre, chiarimenti agli organi competenti relativamente alla disparità di decisioni prese nei confronti delle gare  Eirene Ragusa – Pallacanestro Vigarano (con rinvio confermato sin dalla tarda mattinata di venerdì 23 ottobre) e – Allianz Geas Sesto San Giovanni – Banco di Sardegna Sassari (disputata regolarmente, malgrado l’Allianz Geas avesse provveduto nel primo pomeriggio di venerdì 23 a richiedere alla Fip, alla Lega e alla Dinamo Sassari il rinvio, non accordato poi dalla società ospite in ottemperanza al CU 285 del 2 ottobre) nonostante le società di Ragusa e di Sesto avessero presentato entrambe le stesse problematiche in ottica di un rinvio, cioè la presenza di atlete positive al Covid-19 (precisamente al momento del rinvio della gara con Vigarano la società siciliana presentava un’atleta sospetta positiva, mentre il Geas, sempre nel momento del rinvio, dichiarava 6 atlete positive). La richiesta di chiarimenti, pervenutici oggi, non era assolutamente rivolta a ottenere un cambio del risultato ottenuto dalla Dinamo Sassari sul campo, né a voler entrare nel merito delle situazioni medico-epidemiologiche della società Eirene Ragusa, cui auguriamo di riavere presto a disposizione le giocatrici risultate positive, bensì a fare in modo che quanto successo tra venerdì e sabato sia un esempio in negativo da non ripetersi mai più per il bene della pallacanestro femminile italiana che, in questa precisa occasione, non ha certo dato una buona immagine di sé”.

La Redazione

 

AL BAR DELLO SPORT

guest
1 Commento
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Stefy
Stefy
02/11/2020 01:10

Penso che le sarde, la Fip e la Lega si debbano tutti vergognare! E penso che ora che hanno casi positivi di Covid le sarde si meriterebbero che si comportassero le altre squadre allo stesso modo con loro!