Tanak-Jarveoja nella scorsa edizione della gara

Il Rally Italia Sardegna si corre a porte chiuse

Niente da fare. Il Rally Italia Sardegna 2020 sarà a porte chiuse per via delle restrizioni coronavirus.

Nessun colpo di scena per il più importante appuntamento motoristico isolano che sarà riservato solo agli addetti ai lavori, almeno sulla carta: difficile infatti presidiare ogni ingresso lungo i 260 km di prove speciali cronometrate con molti che “riusciranno a imbucarsi alla festa” per vedere da vicino la manifestazione. Di sicuro non ci saranno le aree spettatori che tanto successo hanno riscosso in questi primi 15 anni di Rally di Sardegna, mossa che eviterà quanto meno gli assembramenti.  “È importante in questa stagione terribile – afferma il Presidente dell’Automobile Club d’Italia Angelo Sticchi Damiani- che il mondo dello sport nelle sue massime espressioni dia testimonianza di correttezza e di responsabilità. Ma il nostro obiettivo, supportato dal massimo appoggio della Regione Sardegna, è stato sempre quello di far svolgere la gara per riaffermare che, nonostante tutto e nonostante la pandemia e le sue vittime, il mondo deve andare avanti guardando al futuro nel rispetto delle regole. Per questo chiediamo la collaborazione dei veri appassionati dei rally al fine che tutto si svolga nel migliore dei modi”.

Gli appassionati potranno comunque seguire la corsa attraverso le reti televisive nazionali e internazionali con un’ampia copertura che verrà a breve messa a punto: si parla infatti anche della trasmissione dei punti salienti sui social, una piattaforma gratuita e fruibile a tutti, per dare risalto al territorio sardo e alle gesta dei migliori piloti del mondiale che si sfideranno negli sterrati isolani dall’8 all’11 ottobre.  “Ci stiamo attenendo a tutti i protocolli approvati – dichiara Antonio Turitto Direttore Generale del Rally- e quindi sarà un’edizione del rally blindata. A breve contatteremo tutti gli appassionati possessori di Gold Pass per organizzare il rimborso completo del biglietto. Abbiamo comunque bisogno della collaborazione di tutti a fine di far svolgere la gara”. 

Matteo Porcu

TAG:
 Motorsport

AL BAR DELLO SPORT

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti