agenzia-garau-centotrentuno

Incidenti, 131 tra le più pericolose

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

La strada statale 131, che collega la Sardegna, è stata inserita tra le cinque strade statali più pericolose d’Italia sulla base del numero di incidenti e delle persone coinvolte.

Per questo la “Carlo Felice” sarà protagonista – insieme all’Aurelia, alla Padana Superiore, alla Tirrena Inferiore e all’Orientale Sicula – dell’iniziativa promossa da Fondazione Ania e Arma dei carabinieri “Adotta una strada”: fino al prossimo 5 maggio saranno intensificati i pattugliamenti e i controlli soprattutto nelle ore notturne, nei fine settimana e nei giorni a ridosso degli esodi per la Pasqua e per i ponti primaverili, statisticamente fra i periodi più a rischio per l’incidentalità stradale, visto l’aumento dei flussi di traffico.

Gli ultimi dati sono relativi al 2017: su queste arterie si sono registrati 1.615 decessi, la metà del totale delle vittime della strada in Italia (47,8%). Ben 35.077 incidenti, ovvero il 20% del totale, si sono verificati su strada extraurbane, causando oltre 56mila feriti (22% del totale). Nel 2017 ci sono stati 123 incidenti, con una vittima e 194 feriti.

Nel mirino delle pattuglie, da qui al 5 maggio, la guida in stato di ebbrezza e il corretto uso delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta per bambini. Sono infatti oltre 200mila le sanzioni comminate per mancato utilizzo di questi strumenti salvavita. Un aspetto importante di “Adotta una Strada” sarà l’opera di informazione e sensibilizzazione rivolta agli automobilisti. I Carabinieri distribuiranno, a tutti coloro che verranno fermati, un etilometro monouso e un opuscolo con le regole per il corretto trasporto dei bambini in automobile, con i dettagli della nuova normativa che prevede l’utilizzo di sistemi anti abbandono.

TAG:  Attualità