Joao Pedro veste la divisa del centenario del Cagliari, ideata da Antonio Marras

Joao Pedro: “Che situazione, dura spiegarlo a mio figlio”

Il numero 10 del Cagliari Joao Pedro ha parlato ai canali social rossoblú.

Il brasiliano, intervistato sul canale Instagram della squadra, ha innanzitutto parlato della situazione Coronavirus: “È un momento duro e delicato, ma ne dobbiamo approfittare per stare con la famiglia e godercela. Mio figlio mi chiede spesso perché non va a scuola, faccio fatica a stare casa: un giorno gli potrò raccontare e spiegare queste giornate. Mi è venuta l’idea divertente di mettermi la maglia e i pantaloncini e far quel post su Instagram.Anche in Brasile stanno chiudendo un po’ tutto, stanno cercando di evitare un po quello che è successo qua. Sarà difficile visto che siamo in tanti. È dura per tutti ma dobbiamo stare a casa, è l’alternativa giusta per uscire da questa situazione”. 

Joao Pedro ha poi parlato del rapporto col primo figlio: “L’idolo di Andre? preferisce Neymar a me, ma mi fa piacere. Quest’anno per me è una stagione speciale, ci siamo e mi sono preparato al meglio per fare il massimo, in un anno importante per il Cagliari. È proprio mio figlio che sceglie le mie esultanze, mi chiede sempre di imitare qualche giocatore”. 

Sul rapporto con la città e il suo Brasile commenta: “Brasiliani e sardi sono simili in allegria e ospitalità, per questo mi trovo bene qua. Guardo spesso la TV brasiliana, soprattutto telegiornali, e spesso questo è causa di discussioni tra me e Alesandra per il telecomando. Non ho ancora imparato il sardo, lo trovo una lingua difficile però mi piace molto sentirlo”. 

C’è ampio spazio anche per una delle passioni di Joao Pedro, il basket NBA: “Sto rileggendo Mamba Mentality e dopo la tragedia ho riletto il libro di Kobe, mi ha colpito parecchio così come a tutto il mondo la sua storia. Per l’anello di quest’anno do favoriti i Lakers di LeBron James. Ho circa 50 maglie della NBA e per questo Alessandra mi sgrida perché ne ho troppe”. 

 

 

avatar
500

Sponsorizzati