Eusebio Di Francesco | Foto Valerio Spano

Cagliari, Di Francesco: “Ci abbiamo provato, ma le assenze si pagano”

Il tecnico del Cagliari Eusebio Di Francesco ha commentato così nel post partita con la Juventus.

“Passo indietro per noi? Avevamo cercato di preparare la partita in un certo modo, volevamo essere un po’ aggressivi ma la qualità della Juventus ha avuto la meglio. Non parlo di passo indietro, ma non mi è piaciuto quando si molla così il colpo: devi sopperire alle mancanze tecniche con grinta e corsa e oggi si è fatto a tratti. La squadra non voleva essere rinunciataria altrimenti avrei messo centrocampisti in più, non volevamo difenderci ad oltranza non era nel nostro intento. Difendere basso conta relativamente, nel secondo tempo siamo tornati alla nostra identità ma rischiando di più paradossalmente”.

“Cosa non ha funzionato? Secondo me dovevamo uscire prima, il fatto di aver giocato a tre ci doveva far uscire alti con i quarti. Ci è mancata un po’ di qualità contro però una squadra che ci è tecnicamente e fisicamente superiore. Ci abbiamo provato, avevamo delle assenze che non possiamo permetterci. Purtroppo queste cose si pagano. In profondità non ci hanno attaccato mai, ho giocato a tre mantenendo saldi i nostri principi: abbiamo voluto mantenere la stessa identità, ma dovevamo essere più bravi nel tenere e lavorare palla, poi in alcune ripartenze”

“Prendiamo atto di questo, abbiamo provato qualcosa di diverso in relazione anche dei giocatori a disposizione. Per Tripaldelli era l’esordio in Serie A; lui ha spiccati doti offensivi e meno difensive e agevolarlo mettendolo alto. Potevamo fare meglio un po’ nelle scelte finali, la Juventus comunque ci è superiore non bisogna cercare alibi, non ci ha concesso nulla. Mettere 4 attaccanti da subito non l’ho fatto nemmeno con le “piccole”;  Nandez mi dà un certo equilibrio e paghiamo la sua assenza. Noi abbiamo fatto questa scelta a differenza della Juventus che ha schierato Bentancur: sia chiaro che probabilmente avremmo perso anche con Nandez, non è un alibi. Rimane però incomprensibile per me che i giocatori arrivino dalle Nazionali nemmeno 24 ore prima dell’ultimo allenamento. Sulle Nazionali in questo momento di difficoltà soprattutto penso siano troppe le partite, meglio che siano due le partite e non tre: sia chiaro però che per noi è un orgoglio che i nostri giocatori vadano in nazionale, è giusto che vadano”.

Questo il commento del mister juventino Andrea Pirlo: “Gli interpreti possono cambiare ma il nostro modo di giocare dev’essere lo stesso. Era importante avere il dominio del gioco. Quando si rientra dalla sosta è sempre difficile affrontare una partita ma siamo stati bravi ad avere lo spirito giusto e a vincere la partita. Juve dominante? Abbiamo tanti giocatori in rosa che possono darci gli strappi durante la partita. Però questi strappi spesso ti allungano la squadra. Arthur? Giocatore che ci aspettavamo, arrivava da campionato diverso, ci voleva un periodo di ambientamento. Inizialmente giocava e non giocava, ora sta meglio. Nelle uscite ci dà grande sicurezza. Qualità? Ne abbiamo ma non basta, per avere dominio gioco è importante giocare a due tocchi. Oggi ci siamo anche divertiti. Quando hai il possesso e chiudi la squadra nell’altra metà campo corri meno. Pressione? La ricerchiamo dall’inizio dell’anno, dev’essere un input non appena perdiamo il pallone. Dybala? Non appena sarà al top della condizione lo metteremo nella posizione ideale. È da due settimane che prendeva antibiotici per un vecchio virus. Ronaldo? Grande disponibilità in allenamento e partite. Lo dimostra sempre”

La Redazione

 

AL BAR DELLO SPORT

guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Marco
Marco
22/11/2020 23:00

Per me dovresti incazzarti che al limite dell aerea sul primo gol si sono addormentati zappa e pisacane …altrimenti il primo tempo finiva 0a0..la squadra stava tenendo bene ..io tutti sti cross di bernandeschi e quadrado non li ho visti

Maurizio
Maurizio
22/11/2020 09:38

Come si puo far entrare Pavoletti sempre e solo negli ultimi 10 minuti?? E poi non far fare neanche un cross in area….continuando sempre col fraseggio!!!