Il Cagliari affonda allo Stadium, poker della Juve

Terza sconfitta consecutiva per il Cagliari, caduto sotto i colpi della Juventus per 4-0.

Non è bastata un’accorta prima frazione di gioco agli uomini di Maran, capitolati a inizio ripresa su una disattenzione della difesa: da lì in poi i bianconeri hanno dilagato con altri due gol di Cristiano Ronaldo e il diagonale leggermente deviato di Higuain.

La cronaca: Sarri rinuncia al tridente HDR e schiera il gallese Ramsey dietro l’inamovibile Ronaldo e Dybala, mentre scelte quasi obbligate in difesa per Maran che dà fiducia a Walukiwicz al posto dello squalificato Pisacane. Primi 10′ di studio in cui ci sono da annotare solo un’invasione di campo di un tifoso e una conclusione alta di Alex Sandro col sinistro: al 12′ primo pericolo per Olsen, Rabiot crossa col mancino per Ramsey che in girata calcia a lato. I bianconeri proseguono come da previsione a fare la gara nel primo tempo, i rossoblu abbassano il ritmo e cercano spazi in contropiede arrivando raramente nella metà campo avversaria; alla mezz’ora chance per Dybala che tira altissimo col sinistro sul cross di Matuidi, poi Olsen si esalta sul colpo di testa di Ronaldo, ma inutilmente perché la bandierina del segnalinee era alta. Al 34′ doppio brivido per la retroguardia sarda: Pellegrini salva su Ronaldo con la testa, poi dal successivo corner Demiral stacca e prende la traversa. Al 40′ prima vera sortita del Cagliari, Rog strappa per Simeone che serve Nainggolan, conclusione masticata e maldestra che termina a lato.

La ripresa si apre nel peggiore dei modi per i rossoblu: sciagurato passaggio orizzontale di Klavan, Ronaldo anticipa Walukiewicz, dribbla Olsen e deposita in rete. Tre minuti dopo doppio miracolo di Olsen: Alex Sandro per Dybala, il portiere svedese respinge con i piedi ed è poi prodigioso e reattivo sul pallone rimpallato da Klavan diretto in porta. Al 59′ prima vera occasione per gli ospiti: contropiede perfetto di Joao Pedro, Nainggolan crossa per Simeone che coglie la traversa. Al 62′ altro buon intervento di Olsen sulla punizione di Dybala dal limite, poi l’argentino semina il panico in area e viene abbattuto da Rog: Giacomelli indica il dischetto e CR7 spiazza Olsen per il 2-0. Al 70′ moto d’orgoglio del Cagliari, conclusione tagliata di Nainggolan che Joao Pedro arpiona favorendo Simeone anticipato in angolo da Szczesny. Ci prova anche Simeone (prima di lasciare spazio a Cerri) con un tacco ad anticipare Demiral, ma pochi minuti dopo arriva anche il tris di Higuain con una conclusione deviata. Nemmeno il tempo di assorbire il colpo che Nainggolan sbaglia un pallone favorendo Douglas Costa che serve Ronaldo per la tripletta personale. All’86’ altra voragine difensiva, Higuain si infila e soltanto una respinta di Walukiewicz sulla linea gli nega la doppietta. Tre minuti dopo Nainggolan ci prova dalla distanza  trovando le braccia di Szczesny, poi Joao Pedro si gira bene in area e coglie il palo: è l’ultima vera emozione di un secondo tempo da dimenticare per il Cagliari.

Matteo Porcu

Juventus-Cagliari 4-0 | 18ª giornata di Serie A – Allianz Stadium di Torino 

Juventus: Szczesny, Cuadrado, Demiral, Bonucci, Alex Sandro, Pjanic, Rabiot, Matuidi (83′ Emre Can) Ramsey (79′ Douglas Costa), Dybala (69′ Higuain), Cristiano Ronaldo. A disposizione: Buffon, Pinsoglio, Rugani, De Ligt, Danilo, De Sciglio, Bernardeschi, Pjaca.

Cagliari: Olsen, Cacciatore (60′ Faragò), Walukiewicz, Klavan, Pellegrini, Cigarini (84′ Oliva), Nandez, Rog, Nainggolan, Joao Pedro, Simeone (80′ Cerri). A disposizione: Rafael, Ciocci, Carboni, Mattiello, Lykogiannis, Ionita, Deiola, Castro, Birsa.

Arbitro: Giacomelli

Marcatori: 48′ e 66′ rig. e 81′ Ronaldo, 80′ Higuain

Ammoniti: Rabiot (J), Joao Pedro (C)

Accedi per commentare

Sponsorizzati