Giacomo Devecchi | Foto Luigi Canu

La Dinamo Sassari vola anche senza il Poz, Varese rullata

Facile vittoria per la Dinamo Sassari nonostante l’assenza di coach Gianmarco Pozzecco, rimasto a casa precauzionalmente per alcuni sintomi influenzali, e quelle di Filip Kruslin (positivo al covid-19) e Kasper Treier. I biancoblù hanno sommerso la Pallacanestro Varese 104-82, grazie ai primi due quarti devastanti con percentuali altissime che hanno regalato il +35 a metà gara: con il risultato già acquisito, i secondi 20′ sono serviti solo a ritoccare le statistiche ed erodere parzialmente il cospicuo tesoretto del Banco di Sardegna accumulato nei primi due quarti.

La cronaca:  Casalone vara il quintetto anomalo Bilan, Bendzius, Burnell, Devecchi e Spissu che parte subito col parziale di 5-0 targato Burnell-Bendzius, ma la Openjobmetis non ci mette molto a ingranare con Strautins che pareggia con la tripla a quota 7. La gara procede sul filo dell’equilibrio, Bilan e Scola ingaggiano dei bei duelli nel pitturato, Burnell lavora bene in post ed è 19-14 sul timeout di Bulleri. Varese passa a zona, mossa che si rivela poco efficace con la Dinamo che raggiunge anche il +12 sulla tripla di Spissu. Sassari non alza il piede dall’acceleratore, affondata a due mani di Tillman e tripla con fallo e libero segnato per il numero 0 di casa che fa volare i suoi sul +18, stesso distacco tra le due contendenti alla prima sirena. Bendzius on fire a inizio secondo quarto, due triple di fila del lituano e un gioco da tre punti e i biancorossi sprofondano a -26: la Dinamo non smette di bombardare, Devecchi segna l’undicesimo tiro oltre l’arco su dodici tentati del 53-24 e rifila l’ennesimo cazzotto a una Varese stordita dal fuoco avversario. Sassari gioca sul velluto, BIlan e Burnell vengono pescati solitari in area e Bulleri chiama un altro timeout sul +35 Banco di Sardegna, divario che le due squadre si porteranno negli spogliatoi.

Dopo l’intervallo lungo parziale di 5-0 Varese, ma subito Bilan e Burnell spengono il timido tentativo di rimonta: Strautins si becca con Burnell che viene allontanato dagli arbitri dopo un tecnico e un antisportivo, riducendo ancora al lumicino le rotazioni già risicate biancoblù. È l’unico vero episodio degno di nota di un terzo quarto che ha visto Varese prevalere 17-26. Il quarto finale scivola via regolare, Scola mostra sprazzi della sua classe e Tillman segna il 100° punto della gara con una schiacciata in contropiede: c’è tempo anche per l’esordio del giovanissimo Luca Sanna nei secondi finali. Sono le ultime emozioni di una gara dominata dal Banco di Sardegna.

Matteo Porcu

Dinamo Banco di Sardegna Sassari – Openjobmetis Pallacanestro Varese 104-82 (36-18, 31-14, 17-26, 20-24)

Sassari: Bilan 18, Bendzius 23, Burnell 12, Spissu 13, Pusica 13, Gentile, Treier, Tillman 19, Devecchi 6, Gandini, Re, Sanna

Varese: Scola 33, Ruzzier, Strautins 26, Douglas 4, Andersson 6, Ferrero, Morse 4, Jakovics 3, De Nicolao 6, Van Velsen.

 

 

AL BAR DELLO SPORT

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti