agenzia-garau-centotrentuno

La Dinamo sbaglia e non morde: Brescia passa 65-76 a Sassari

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

La Dinamo perde al PalaSerradimigni contro una Brescia che ha guidato per quasi tutti i 40’ la partita. Finisce 65-76, con i due quarti centrali che hanno messo deciso la gara. Decisive le prove di Mitrou-Long e Della Valle. Per la Dinamo buona prova di Bendzius, deludente tutto il reparto piccoli.

Primo quarto

C’è una sorpresa nei giocatori a referto, dove per la prima volta in stagione figura Ousmane Diop, fuori a lungo per un infortunio al ginocchio. Nessuna sorpresa, invece, nel quintetto deciso da Cavina: Clemmons, Gentile, Burnell, Bendzius e Mekowulu gli uomini scelti; dall’altra, coach Magro invece schiera Mitrou-Long, Della Valle, Moss, Gabriel e Burns.

La squadra ospite inizia meglio, la Dinamo evidenzia i soliti problemi in regia ma l’imprecisione al tiro rimane il leitmotiv della prima parte dei 10’ inaugurali di entrambe le squadre. Sassari fa fatica, troppa, a produrre, Logan e Bendzius provano allora ad accendersi e tamponare una Brescia che nonostante il vantaggio non riesce a scappare. Nei minuti finali del periodo si alzano temperatura e fisicità della gara: la Dinamo mette per la prima volta il naso davanti grazie a una nuova tripla del lituano – 8 punti nel periodo – e una rubata convertita in schiacciata da Mekowulu. L’ultimo canestro è però di marca ospite, con il quarto che si chiude 17-18.

Secondo quarto

Mitrou-Long e Mekowulu partono forte, con il nigeriano che va a canestro nei primi due possessi offensivi della Dinamo. Le difese diventano meno attente, Della Valle e Logan ne approfittano per provare a mettersi definitivamente in partita, poi le basse percentuali e le palle perse tornano a caratterizzare l’incontro. Brescia rimane comunque davanti sul 26-29 e quando mancano 3:52 alla fine del primo tempo, Cavina decide di chiamare il suo primo time-out per cercare di riordinare le idee, soprattutto offensive. Gli effetti inizialmente non sono però quelli sperati. Le triple di Mitrou-Long e di Della Valle firmano il primo tentativo di fuga ospite, con Brescia che tocca il +11 prima che Treier in contropiede riesca a riportare sotto la doppia cifra lo svantaggio. L’estone prima con uno sfondamento e poi con un jumper tiene a galla la squadra. Magro chiama allora il suo primo minuto, la Dinamo torna a -5 con i liberi di Clemmons ma la tripla di Moss, arrivata 3 secondi prima della sirena, regala il nuovo +8 agli ospiti sul 32-40 che chiude il primo tempo segnato dal 3/14 sassarese e dalle pesanti 8 palle perse.

Terzo quarto

Burnell mette la tripla che riavvicina subito la Dinamo, mentre la Germani trova il canestro solo su tiro libero dopo poco meno di due minuti, in seguito a un fallo antisportivo di Clemmons. Bendzius con un gioco da tre punti e Jason Burnell in contropiede portano il Banco sul 41 pari: Magro sceglie di chiamare time-out quando mancano 6:41 alla fine del quarto e tocca le corde giuste, perché la Dinamo smette di segnare e Mitrou-Long sale in cattedra: prima con una sua tripla e poi con un assist per il gioco da tre punti di Cobbins, riporta i suoi sul +6. Cavina chiama minuto ma Della Valle, pescato ancora dal play di passaporto greco, segna la tripla del +9 (41-50). Burnell ferma l’emorragia dalla lunetta ma il vantaggio della Leonessa torna in doppia cifra, grazie alla tripla di Moore e all’alley-opp chiuso da Cobbins. Mitrou-Long sigla il +14, massimo vantaggio della gara, e Cavina è costretto a chiamare un nuovo minuto per cercare di cambiare volto alla squadra. La Dinamo passa a zona ma Moss punisce subito la scelta, Logan in lunetta dà un minimo di ossigeno ma è nuovamente Della Valle a rispedire Sassari indietro sul 62-46 di fine terzo periodo.

Quarto periodo

Il Banco prova a rimettere in piedi la partita. Treier segna due punti di forza, poi ancora Logan e la schiacciata di potenza di Mekowulu riportano la Dinamo a -10 nei primi due minuti dell’ultimo quarto. Magro chiama subito time-out, e in uscita trova risposta dal solito Della Valle dai 6.75, a cui però risponde Gentile dall’angolo. La Dinamo avrebbe l’occasione di rimettere la partita definitivamente sui binari giusti, ma è proprio l’ex Virtus a sbagliare in due diversi possessi, prima scelta di passaggio e poi al tiro. Della Valle riporta i suoi a +12 quando mancano 6:09 sul tabellone, la Dinamo non segna per quasi quattro minuti e sul canestro di Petruccelli che vale il +15, Cavina chiama l’ultimo minuto a sua disposizione. Logan ridà qualche speranza mettendo la tripla del -10 a 2:59 del termine, ma sotto canestro Burnell commette un ingenuo fallo antisportivo su Della Valle, che trasforma i liberi a disposizione e spezza definitivamente le speranze di un possibile rientro. Gli ultimi due minuti servono solo a sistemare il punteggio, vince Brescia 65-76.

Matteo Cardia

 

 

Al bar dello sport

1 Commento
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti