agenzia-garau-centotrentuno
logan-dinamo

La Dinamo serve il poker in Supercoppa, Varese sconfitta a Sassari (77-61)

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Quattro su quattro per la Dinamo Sassari che batte anche la Pallacanestro Varese nell’ultimo incontro del Girone B della Supercoppa italiana: ora per la squadra di Demis Cavina ci sarà l’incontro con Brindisi (sabato 18 alle ore 15:00) nei quarti di finale.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

La cronaca
L’incontro è iniziato con una Dinamo che difende bene, in particolare Burnell si è dimostrato subito caldo infatti dopo una grande stoppata su Egbunu, ha messo a segno la tripla che ha sbloccato il risultato. Nei primi minuti si è vista una Varese molto aggressiva in fase difensiva, in particolare Jones che in appena due minuti ha già commesso due falli costringendo così il suo allenatore a sostituirlo. Poco dopo coach Vertemati si è visto obbligato a chiamare il primo timeout della gara per spezzare il mini-break della Dinamo che al 6’ si è trovata avanti di 7 punti. Nel finale del primo quarto gli ospiti hanno preso però campo riuscendo a sfruttare i contropiedi dovuti alla poca precisione a canestro dei biancoblù. Un guizzo di Beane sullo scadere del primo quarto dai 6.75 ha consentito ai biancorossi di cancellare lo svantaggio e portarsi in vantaggio sul 17-18.
Burnell e Logan a inizio secondo quarto hanno trascinato i loro compagni, col Professore che in due minuti e mezzo è riuscito a mettere a segno 11 punti confermandosi un cecchino da 3 e il vero motore dei giganti Sardi (30-23). Varese però non ha mollato, guidati dal talento dell’ex Milano Alessandro Gentile il quale è riuscito, grazie ad una tripla da 9 metri sullo scadere dei 24’’,  a rianimare i suoi compagni. Varese ha spinto tanto confezionando delle buone azioni in fase di attacco soprattutto con Caruso e Gentile riuscendo così a raggiungere i padroni di casa sul 34-34. È il sassarese Massimo Chessa che fa mettere la testa avanti alla Dinamo grazie a due triple importantissime, facendo tornare le due compagini negli spogliatori sul risultato di 40-35.

Di ritorno dalla pausa la gara ha visto due minuti di stallo, la prima che è riuscita a sbloccare il risultato è Varese con una tap-in da sottocanestro di Egbunu. Dopo un lungo giro palla la Dinamo è riuscita a far muovere il tabellino grazie a una tripla segnata da Clemmons autore di una buona prestazione (45-39).
È poi salita in cattedra la Dinamo che al 4’ del penultimo quarto con un rapido giro palla e un’attenta fase difensiva si è portata sul massimo vantaggio della gara (+11) grazie a una tripla di Bendzius (50-39). Varese non è più sembrata brillantissima, al ritorno dagli spogliatoi non è riuscita a contenere la fisicità e la grinta di Burnell autore di un’ottima prestazione soprattutto in fase di rimbalzo. La Dinamo ha continuato così come aveva iniziato il terzo quarto con tanta presenza sottocanestro, soprattutto in fase offensiva; riuscendo ad ottenere svariati tiri dalla lunetta che le hanno consentito a 2’ dalla fine di portarsi sul +16 (58-42). Gli ultimi due minuti la Dinamo li ha giocati sul velluto, Battle mette in mostra le sue qualità e in fade-away realizza due punti che hanno consentito ai giganti sardi di concludere la terza ripresa sul risultato di 60-44.
Nei primi tre minuti della quarta ripresa la Dinamo ha continuato a giocare con la solita grinta e dinamicità che l’ha contraddistinta in questa uscita. Coach Cavina ha dato spazio a coloro i quali hanno giocato meno nei precedenti tre incontri come: Chessa, Devecchi, Treier e Borra. In particolare si è potuto ritenere soddisfatto dell’intramontabile capitano Jack Devecchi che si è iscritto a tabellino con due triple che hanno portato la Dinamo sul 73– 56. L’ultimo quarto è andato avanti rapido senza particolari interruzioni con la squadra di casa che gestisce bene il vantaggio proponendo un’attenta fase difensiva mentre una fase offensiva caratterizzata da rapido giro palla con Battle molto attivo nella ricerca dell’uno contro uno per concludere a canestro. Gli ospiti hanno gettato i remi in barca e lasciano scorrere la partita verso la fine cercando di limitare i danni.
La partita si conclude sul 77-61, nota positiva che va segnalata è che oggi tutti i giganti sono andati a segno in questa gara e puntando gli occhi sul prossimo turno contro una Brindisi che non farà sconti.

Andrea Olmeo

Dinamo  Banco di Sardegna Sassari  – Openjobmetis Pallacanestro Varese  77-61(17-18, 23-17, 20-9, 17-17)

Sassari: Mekowulu 5, Bendzius 6, Burnell 12, Gentile 6, Clemmons 7, Logan 13, Battle 10, Treier 1, Borra 2, Devecchi 6, Chessa 6, Gandini 3.

Varese: A. Gentile 7, Beane 3, Sorokas 9, DeNicolao 7, Wilson 18, Librizzi, Egbunu 4, Jones 5, Ferrero, Caruso 8, Virginio.

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti