agenzia-garau-centotrentuno
aru-qhubeka

La Vuelta | Aru si ritira: “Emozionante, questo il miglior modo per chiudere la carriera”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

La Vuelta a España ha omaggiato il suo vincitore del 2015 con un bel momento a Santiago de Compostela: Fabio Aru ha concluso con l’ultima prova a cronometro la sua carriera nel ciclismo professionistico.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

I suoi ultimi 33,8 chilometri della carriera sono partiti alle 18:32 tra il saluto del pubblico di Padron e l’incitamento trovato lungo la strada: il villacidrese ha fatto segnare il tempo di 20’57” al km 13, di 31’08” al km 24 per chiudere con il crono di 48’17”: Il Cavaliere dei Quattro Mori conclude così 51°  il suo ultimo grande giro dei 14 affrontati, a quasi tre ore dal vincitore Roglic. All’arrivo davanti alla cattedrale di Santiago l’abbraccio dei genitori, una bandiera dei Quattro Mori ad attenderlo e l’omaggio della Qhubeka-Nexthash riunita nel palco che ha tributato un grande applauso al sardo. “È emozionante- il commento a caldo di Aru-. Amo questa squadra ed è il miglior modo per chiudere. Amo questa gara e voglio ringraziare tutti i tifosi in giro per il mondo. Ora starò con la mia famiglia e poi vedremo”. 

Nelle ore precedenti alla partenza il villacidrese aveva poi parlato ai canali ufficiali della squadra sudafricana: “Per ogni corridore arriva un momento nella sua carriera in cui sa che è il momento di fermarsi. Il momento è differente per ogni ciclista, per me questa è una sensazione, e ho questa sensazione adesso. Per 16 anni sono stato un corridore, questa carriera mi ha richiesto di passare molto tempo lontano dalla mia famiglia. Ora è il momento di restituire il mio tempo a loro.  Ho attraversato un periodo molto difficile in questa Vuelta. Un grande ringraziamento alla squadra per avermi aiutato, è stata di per sé una piccola vittoria terminare. In questi ultimi giorni mi sono davvero divertito a poter dare il massimo. stare davanti con la forza nelle gambe. Il supporto è stato speciale, ho ricevuto tante belle parole e vi ringrazio tutti. Certamente, avrò bisogno di alcuni giorni per capire completamente la sensazione del ritiro”.

Matteo Porcu

TAG:  Fabio Aru
 

Al bar dello sport

9 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti