agenzia-garau-centotrentuno

Ladinetti: “Cagliari, rapporto rotto: non devo dimostrare niente a nessuno”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares
sardares-sidebar

Lunga intervista all’Unione Sarda dell’ex calciatore del Cagliari, che ha lasciato il rossoblù per il Pontedera, avversaria di Torres e Olbia nel girone B di Serie C. Vi riportiamo un estratto.

Nel post Instagram con cui aveva annunciato la risoluzione consensuale del contratto che lo legava al Cagliari, Riccardo Ladinetti era stato chiaro: “Non sono il burattino di nessuno”. Concetto ribadito nell’intervista concessa all’Unione Sarda: Ogni società fa le sue scelte, ma la mancata convocazione del Cagliari è stato il segnale che non credevano in me, perché mi veniva tolta anche la possibilità di farmi valutare dall’allenatore. Per me è stata una decisione non rispettosa e di cui sono venuto a conoscenza vedendo la lista dei convocati dai miei compagni. Non ho ricevuto neanche una chiamata per avvisarmi o qualcuno che mi spiegasse il motivo, che ancora mi è ignoto. Spiegazioni? Al mio agente è stato detto che la decisione era già stata presa e che il Cagliari voleva ridurmi l’ingaggio e mandarmi in Serie C. Il rapporto era ormai rotto, ci siamo rifiutati di accettare una decisione unilaterale e non condivisa. Meglio dividersi, senza polemiche. Cagliari è la mia vita. Non devo dimostrare niente a nessuno se non a me stesso, né prendermi rivincite. Ognuno prende liberamente le proprie scelte e se ne assume le conseguenze”.

La Redazione

Al bar dello sport

33 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti