agenzia-garau-centotrentuno

Lanusei, Arras: “Cagliari, collaboriamo?”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

A tre giornate dalla fine del campionato il Lanusei sente vicino lo storico traguardo della Serie C.

Gli ogliastrini dovranno gestire un bottino di 5 punti di vantaggio nei confronti dell’Avellino, con la promozione che potrebbe arrivare anche nel prossimo turno se la squadra di Aldo Gardini riuscirà a compiere l’ennesima impresa in trasferta della stagione sul difficile campo del Trastevere e gli irpini inciamperanno sul prato della Lupa Roma, in piena bagarre per uscire dalla zona calda della classifica.

Non sarà facile, ma in Ogliastra si inizia a pensare al futuro: “Premetto che è prematuro parlarne– ha spiegato il presidente Daniele Arras a L’Unione Sarda-ma gli stadi omologati per il professionismo in Sardegna sono tre, Arzachena, Olbia e la Sardegna Arena. Quest’ultimo sarebbe la nostra scelta preferita per la vicinanza e i tanti ogliastrini presenti a Cagliari. Anche gli stessi cagliaritani seguirebbero con entusiasmo una squadra emergente come la nostra. Una partnership col Cagliari Calcio sarebbe sicuramente una grande opportunità per noi”. 


“Mi auguro però che i lavori al Lixius possano terminare prima del marzo 2020 come previsto dalle norme federali– prosegue Arras-. La Serie C ha costi di circa un milione e mezzo di euro, il Lanusei dovrà cambiare volto: vogliamo fare l’impossibile, senza però fare il passo più lungo della gamba. Il contributo regionale sarà un terzo di quello attuale e limitato al settore giovanile, ma contiamo nell’arrivo di nuovi sponsor. Siamo visit in tutta Italia come società dinamica e seria: in più siamo giovani e una squadra simpatia, abbiamo attenzione mediatica e potrebbero esserci delle aziende che vogliano legarsi a noi”. 

TAG:  Serie D