Luis Mukaj del Latte Dolce in azione | foto Alessandro Sanna

Latte Dolce, Mukaj: “Posso imparare tanto dai compagni”

Prime parole ufficiali da nuovo giocatore del Latte Dolce per il giovane difensore Luis Mukaj: il classe 2002 arrivato dal Genoa Primavera ha rilasciato alcune dichiarazioni a quasi una settimana dal suo esordio con la maglia biancoceleste contro il Gladiator.

Il Latte Dolce, che non giocherà questo weekend a causa dei problemi di covid del Giugliano, ha svolto una settimana piena di allenamenti come anticipato anche da mister Fabio Fossati ai nostri microfoni. Questo il commento di Luis Mukaj: “Questa è una bella realtà, e le mie impressioni sono già buone. Una esperienza molto importante, almeno per me che per la prima volta mi ritrovo a giocare nel mondo del pallone dei grandi. Ho avuto subito buona sensazioni, anche se sono arrivato subito dopo una sconfitta. Ma dopo una settimana di lavoro è arrivata una importante vittoria, sono felice per il mio debutto perché sono felice che la squadra abbia vinto. Sono felicissimo di aver giocato, ed è anche andata bene. Io posso solo imparare con al fianco dei compagni così in difesa. Contro il Gladiator è stata una partita molto fisica, abbiamo creato tanto e meritavamo qualche gol in più secondo me. Però siamo stati bravi a crederci, ad andare in vantaggio e poi a difendere il risultato. La mia scelta? La società che mi ha cercato spesso e mi ha voluto fortemente. E poi tutti mi hanno parlato bene del Sassari calcio Latte Dolce. Ho visto la squadra giocare guardando un po’ di partite: mi è piaciuta. Ho deciso di accettare e vivere questa esperienza che mi aiuterà a migliorare e crescere”

“I compagni? Non conoscevo nessuno di loro, ma ho trovato un gruppo splendido e mi trovo bene soprattutto i miei compagni di appartamento. Sul campo gioco in difesa, mi sono sempre adattato a ricoprire i ruoli che mi chiedevano di interpretare i miei allenatori, credo questa duttilità possa essere un vantaggio e dare una mano all’occorrenza. Dalla stagione mi aspetto principalmente di imparare dai grandi e dal tecnico, perché anche solo osservando giocatori che hanno esperienza in categorie superiori si può imparare. Spero di fare bene e di fare il meglio per la squadra. Siamo forti, la classifica e bugiarda da questo punto di vista. Cercheremo di rifarci, giornata dopo giornata”.

La Redazione

TAG:  Serie D
 
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti