agenzia-garau-centotrentuno
Gianvito Pertica del Latte Dolce in azione | foto di Alessndro Sanna

Latte Dolce, Pertica: “La vittoria nel derby ci ha dato una scossa”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

L’ultimo arrivato in casa Latte Dolce ha già vissuto un cambio di panchina: Gianvito Pertica ha giocato sotto la guida di Stefano Udassi esordendo con il Lanusei da titolare ed è partito dal 1′ al debutto di Fabio Fossati nel vittorioso derby con la Torres.

Il giovane terzino (passato anche nell’Under 17 della SPAL)  ha parlato due giorni dopo il successo nella stracittadina: “Appena arrivato mi sono sentito subito a mio agio, i miei compagni si sono dimostrati disponibilissimi e mi hanno aiutato ad inserirmi nel gruppo, aspetto fondamentale nel calcio. Ho scelto Sassari perché l’ho vista come una grande opportunità di rilanciarmi e crescere, come uomo prima di tutto e poi come atleta. Dopo essere rimasto fermo causa Covid lo scorso marzo, ora mi è stata concessa questa grande opportunità: ringrazio davvero tanto la società che ha deciso di puntare su di me, mi impegnerò e darò sempre il 100% per dimostrare che non si sono sbagliati. Sono arrivato in un momento delicato, ma sono convinto che la vittoria di domenica abbia dato la scossa e possa rappresentare un nuovo punto di partenza per fare sempre meglio e riprendere in mano la stagione”.

“Sono contento di aver avuto la fiducia del mister e dei ragazzi, chiaramente anche di aver giocato le due gare da titolare– prosegue il classe 2000 barese-. Non sono ancora in forma come loro, ma settimana dopo settimana farò di tutto per dare una mano ed essere pronto all’occorrenza. I compagni? Conoscevo di nome alcuni di loro ma non personalmente, in questa squadra ci sono giocatori molto importanti e sono felice di potermi allenare con loro provando a rubare il più possibile dalla loro esperienza calcistica. Per noi giovani è fondamentale ascoltare i consigli dei più esperti. Che giocatore sono? Sinceramente non so come definirmi. L’unica cosa che mi ripeto sempre è di non accontentarmi mai. Punto sempre a migliorarmi, anche di un solo millimetro giorno per giorno, con umiltà e sacrificio. Mi aspetto una grande stagione, a livello individuale e di squadra. Abbiamo le carte in regola per fare bene e quindi voglio provare a dare quel piccolo contributo che potrebbe servire a fare qualche piccolo passettino in avanti. Proprio come domenica scorsa: ognuno ha messo le sue capacità al servizio della squadra, e abbiamo fatta una partita importante. Ora dobbiamo continuare a lavorare duro, per dare seguito a prestazioni e risultati”. 

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti