agenzia-garau-centotrentuno
scotto-lattedolce

Latte Dolce, Scotto: “Dobbiamo fare qualche gol in più”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Pierluigi Scotto ha commentato la partita del suo Latte Dolce, sconfitto in casa nel derby con il Lanusei.

La partita
“La prestazione l’abbiamo fatta tutta. Ai ragazzi non posso dire niente. Di fronte a un bel Lanusei c’è stato un buon Latte Dolce. Abbiamo fatto una buona gara, ci siamo battuti su tutti i palloni e come loro abbiamo giocato un buon calcio. Un po’ di sfortuna l’abbiamo avuta su un tiro così dai 40 metri che va all’incrocio dopo che avevamo ripreso la partita meritatamente. Mi sento di dire ai ragazzi di continuare a lottare, di continuare a fare ciò che fanno, ci manca qualche gol ma non siamo fortunati nei momenti importanti della partita: dopo il palo di Patacchiola, qualche mischia davanti che non si è mai risolta a nostro favore, l’esperienza mi insegna che prima o poi le cose cambieranno. Però questo è un campionato difficile, dove tutti sono agguerriti e con organici importanti: a noi però non ci ha messo sotto nessuno, ci giochiamo ogni partita. Il nostro campionato è fatto per la salvezza, in questo momento non ci sta girando bene. Ai ragazzi non posso muovere un appunto, nel primo quarto d’ora il Lanusei aveva fatto bene ma siamo usciti bene anche noi e abbiamo finito in crescendo. Negli spogliatoi avevo detto che l’avremmo ripresa e l’abbiamo ripresa. Non abbiamo avuto neanche il tempo di far le cose bene. Abbiamo sbagliato un mezzo passaggio in uscita, da quaranta metri non ti aspetti un gol del genere. Devo fare i miei complimenti al Lanusei perché si è dimostrata una gran bella squadra ma li devo fare anche ai miei ragazzi”.

L’attacco
“Sono sei giocatori davanti. Abbiamo fatto 3 gol con Bartulovic, 2 con Cannas, forse uno di Palombi, i due rigori di Cabeccia. Ci manca qualche gol di Palmas, di Altea, oggi Bartulovic non era al 100% ed è partito dalla panchina. Cannas ha sempre giocato, secondo me aveva bisogno di ripartire dalla panchina, è entrato e ha cercato di fare il suo meglio. Abbiamo cambiato atteggiamento tattico passando al 4-2-3-1, le abbiamo provate tutte ma la squadra sulla bontà del gioco non può rimproverarsi niente. Dobbiamo fare qualche gol in più. Ai ragazzi ho detto di alzare la testa perché ce la siamo sempre giocata con tutti, ora stiamo avendo un pizzico di sfortuna. Io sono uno che si incazza di brutto quando bisogna farlo ma a questi ragazzi non posso davvero dire niente”.

La Redazione

TAG:  Serie D
 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti