agenzia-garau-centotrentuno
scotto-sanna-lattedolce

Latte Dolce, Scotto: “Gruppo affamato, tutti avranno un ruolo importante”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Archiviate le amichevoli con Ghilarza, Taloro Gavoi e Usinese, il Sassari calcio Latte Dolce si prepara ad affrontare il quarto testa pre-stagionale contro il Sennori (mercoledì 1° settembre ore 18:00).

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Alla vigilia ha parlato il mister biancoceleste Pierluigi Scotto, facendo il punto della situazione in casa lattedolcina: “La squadra sta lavorando per trovare una sua identità e i ragazzi stanno cercando di applicare le mie idee: voglio una squadra aggressiva, moderna e pronta a dare battaglia in ogni campo. Questo è l’indirizzo tecnico-tattico che voglio impartire alla squadra: cerchiamo di fare un buon calcio mettendo in evidenza i tanti giovani. Abbiamo un’età media giovanissima, con tantissimi giocatori sotto i 30 anni. È un gruppo che ha fame, che vuole mettersi in mostra, consapevole che la Serie D è un campionato tosto e che inizia una nuova avventura”.

“Questo è l’anno 0- prosegue Scotto-. Si riparte da diversi giocatori che sono stati protagonisti dello scorso campionato, che rappresentano lo zoccolo duro della squadra (Cabeccia, Patacchiola, Marcangeli, Pireddu, Nurra, Gianni, Piga, Palmas e Grassi). Sarà importante anche il blocco dei giocatori ex Carbonia (Palombi, Salvaterra, Cannas e Carboni), ma tutti i ragazzi che quest’anno vestiranno la maglia biancoceleste avranno un ruolo importante. Il budget a inizio stagione era ben definito e siamo riusciti a costruire una squadra che ha ambizione di far bene e che vuole mettere in evidenza dei giovani che avranno un ruolo importante. Abbiamo una società seria e ben organizzata e questo ci deve aiutare a fare del nostro meglio.
Il Sassari Calcio Latte Dolce nella stagione 2021/2022 inizia un nuovo percorso. Si lavorerà per il futuro cercando di portar dentro i giovani del Settore Giovanile, che sarà sempre importante per la Prima Squadra. Negli scorsi anni l’asticella si era alzata, però ora si riparte. Una cosa è certa: tutti quanti a ogni partita daremo il massimo”.

La Redazione

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti