agenzia-garau-centotrentuno

LE PAGELLE | Dinamo in finale!

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

La Dinamo Sassari va in finale di Fiba Europe Cup superando anche al ritorno gli israeliani dell’Hapoel Olon.

È infuocato il clima al Palaserradimigni per il ritorno della semifinale di Fiba Europe Cup fra Dinamo Sassari e Hapoel Holon. Il Banco forte della vittoria in Israele 89-94 parte con un leggero vantaggio, legittimato dal fattore casalingo.

Si riparte da Rashawn Thomas: il quattro statunitense oramai è un giocatore temibile non solo quando attacca nel pitturato ma anche dal perimetro. Le fortune del Banco passano molto dal gioco frenetico dell’Holon. Gli israeliani giocano in velocità e sparacchiano da tre con fortune alterne, favorendo diverse palle recuperate dei sassaresi e contropiedi spesso mortiferi. Con l’aiuto della panchina la Dinamo scappa e chiude il primo tempo con un roboante 62-38.

La partita riprendere sulla falsariga del primo tempo. McGee e Thomas trascinano l’attacco, mentre i giocatori più abituati al gioco statico come Cooley e Pierre commettono qualche fallo di troppo. La panchina, tuttavia, risponde presente con un “Polonair” in versione volante. Nell’ultimo periodo spazio per capitan Devecchi e Magro, fuori dalle rotazioni nelle ultime uscite e da recuperare in vista del finale di stagione. Jack si toglie anche la soddisfazione di una tripla che ha il sapore della storia. Finisce 105-75. La Dinamo vola alla sua prima storica finale europea dove troverà i tedeschi del Wurzburg.

Tabellino

Dinamo Sassari: Smith 9, McGee 16, Pierre 6, Thomas 16, Cooley 4, Spissu 12, Gentile 10, Devecchi 3, Carter 8, Polonara 17, Magro 2, Re 2.
Hapoel Holon: Harrush 16, Huber, D. Jones 9, S. Jones 3, Simhon 7, Holden 19, Atkins 11, Dadon, Palatin, Reynolds 10.

Pagelle

Smith 7 – Assistman per definizione.
McGee 7 – Le transizioni continue lo favoriscono. Prestazione da grande protagonista.
Pierre 6,5 – Quando si corre così tanto non è sempre a suo agio, ma si sbatte comunque.
Thomas 7 – Oramai leader offensivo dichiarato di questa squadra, e da tre sta diventando una sentenza.
Cooley 6 – La sua fisicità sotto canestro oggi non serve. Partita defaticante.
Spissu 7 – Partita da profeta in patria.
Gentile 6,5 – Mani calde e tanta, tanta, tanta grinta.
Carter 6 – La partita giusta per provare a recuperarlo.
Devecchi 7 – Perché è da 13 anni a Sassari e una finale europea se la merita più di tutti.
Polonara 7 – Che fame! Quando schiaccia dà la sensazione di portarsi via il ferro.
Magro 6 – Qualche minuto per riprendere confidenza col campo.
Re 6 – Primi punti europei per il giovane biancoblu.
Pozzecco 7 – Oggi non ha avuto molto lavoro da fare, ma se la Dinamo arriva alla prima finale della sua storia in una competizione europea il merito è anche del Poz. Il coach ha restituito entusiasmo a una squadra che si era smarrita.

Lello Stelletti