agenzia-garau-centotrentuno
Il Tempio che esulta per la promozione in Eccellenza | Foto Emanuele Perrone

L’Eccellenza scalda i motori: il punto squadra per squadra

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares
signorino
sardares

Con le gare d’andata del primo turno di Coppa Italia Regionale è ripartita la stagione di Eccellenza, 134 giorni dopo la vittoria del Latte Dolce, approdata assieme al Budoni (via playoff quest’ultima) al campionato di Serie D. Aspettando l’inizio del campionato fissato al 10 settembre e il calendario, atteso per il primo dello stesso mese, andiamo a scoprire le 17 squadre che compongono il girone unico, tra graditi ritorni e attese conferme, in rigoroso ordine alfabetico:

Barisardo

Una delle tre neopromosse che torna nel massimo campionato regionale dopo 19 anni, la squadra ogliastrina può essere una spina nel fianco di chi punta a vincere il titolo. Affidata all’ex Empoli Claudio Bonomi, tanti movimenti di mercato, con gli arrivi tra gli altri di Fredrich (ex Carbonia) e Bitep (attaccante con trascorsi in serie C).

Bosa

La parola d’ordine è continuità per la formazione allenata da Carboni che, dopo la straordinaria scorsa stagione, vuole mantenere lo stesso livello di prestazioni della precedente annata per conservare la categoria. Squadra quasi completamente rinnovata, poche conferme (Pischedda, Ledda, Grella) e tante uscite, come i fratelli Paolo e Marco Carboni all’Alghero (Insieme al portiere Sechi), Pucinelli al Li Punti e soprattutto il duo Imoh-Faye, saliti di categoria al Latte Dolce.

Carbonia

Estate tormentata per il Carbonia nonostante l’ottima stagione disputata. Difficoltà a livello dirigenziale e tecnico che a metà estate ha posto seri dubbi sulla partecipazione dei minerari al prossimo campionato: via l’interno staff tecnico, via quasi l’intera rosa. Solo recentemente sono partiti i movimenti di mercato: importante la conferma di Porcheddu per una squadra ancora in costruzione che gioco forza dovrà lottare per mantenere la categoria.

Calangianus

Tanti cambiamenti in casa Calangianus, a partire dalla panchina. Salutato Terrosu, alla guida dei giallorossi è ritornato Sassu. Novità anche in campo, con gli arrivi di Dombrovoschi e Chiappetta dall’Ilva, Lemiechevski dal Li Punti che si uniscono alle importanti conferme di Forzati e Ferrari. Chiari gli obbiettivi per il nuovo corso: essere tra le squadre protagoniste e lottare per la vittoria del campionato.

Ferrini

Non è più una novità ma una certezza la squadra allenata da Pinna. Rinnovata sì, ma sempre con lo storico zoccolo duro (Bonu, Podda, Usai, Sigismondo). Diversi arrivi per far fronte a diverse partenze, in particolare Galloni che sostituisce Camba, e Mirco Carboni in mezzo al campo. Obiettivo? Mantenere la categoria si, ma i cagliaritani ci hanno abituato a stare sempre lì nelle prime posizioni.

Ghilarza

Sarà una delle squadre da tenere d’occhio, perché dopo l’ottimo biennio di Cirinà la squadra del Guilcer ha puntato su un altro nativo di Ossi: Giacomo “Jack” Demartis, che dopo l’ultima esperienza all’Ossese ha appeso le scarpette al chiodo e si è tuffato su questa nuova esperienza. Squadra che conterà come sempre sui senatori (Chessa, Dessolis, Chergia, Caddeo) con gli arrivi di Pinna dall’Atletico Uri e Delizos dall’Ossese.

Iglesias

Stagione che vuole essere quella del riscatto per l’Iglesias di Marongiu, dopo un campionato complicato chiuso comunque con la salvezza. Per migliorare le prestazioni e alzare l’asticella i minerari hanno operato al meglio: tanti ex Carbonia in rosa come Porru, Pitzalis, Mastino e Hundt. Importanti arrivi anche in attacco, con Pavisich e Cortes che si dovranno integrare con i reduci della scorsa stagione quali Illario, Kouadio e Bringas.

Ilvamaddalena

Probabilmente è la favorita numero uno per la vittoria del campionato dopo la retrocessione per mano dell’Atletico Uri. L’arrivo di Cotroneo in panchina è una garanzia, il mercato è stato importante con tanti ingressi come il trequartista Salas, il difensore Kiwobo, i centrocampisti Serra e Dominguez, il portiere Ruzittu e i fratelli Maitini. Se sarà la squadra da battere lo dirà il campo, è certo che gli isolani non si nascondono e puntano al ritorno in serie D.

Li Punti

Obiettivo numero uno è mantenere la categoria senza patemi, dopo due stagioni di autentiche montagne russe. Salis è rimasto al timone e ha rivoluzionato la squadra, con alcune certezze come Olmetto e Cardone e tanti arrivi, a partire da Pittalis che difenderà la porta, a seguire Spano e Pucinelli a centrocampo, ai quali si aggiunge anche Tuccio per le fasce.

Ossese

L’altra favorita alla corsa al titolo, probabilmente la prima antagonista dell’Ilvamaddalena è l’Ossese. L’arrivo di Fadda in panchina è garanzia di qualità, il mercato è stato importante, sia nelle conferme (Cherchi, Gueli, Madeddu, Chelo) ma soprattutto negli arrivi: ritorna Fancellu dall’esperienza a Uri, arrivano Melis dall’Arzachena, Mainardi dal Lanusei e soprattutto due pezzi da 90 come Villa e Scanu, un lusso per la categoria.

San Teodoro-Porto Rotondo

Stagione all’insegna della continuità per la squadra di Marini che cambia pochissimo nella rosa: importanti le conferme di Ruzzittu, Mulas e Molino ai quali si aggiungono gli arrivi di alcuni fuoriquota per  allungare la formazione. Per i viola la speranza è di eguagliare l’ottima stagione scorsa, a lungo prima inseguitrice del duo Latte Dolce-Budoni.

Sant’Elena

Salvezza strappata dopo uno spareggio e un playout, facendo fuori due nobili del calcio isolano come Nuorese e Lanusei. I quartesi vogliono decisamente disputare una stagione molto più tranquilla. Confermato l’allenatore ma non la squadra. Diversi cambiamenti per i quartesi: tra i principali Ibba dall’Arbus, Piroddi dal COS, Fortuna e Pinna dal Guspini, ai quali si aggiungono diversi fuoriquota che andranno a completare la rosa. Pochi i confermati, tra cui spiccano Vignati e Minerba.

Taloro Gavoi

Ventiquattresima stagione di fila per i gavoesi, che continuano ad operare sempre con un occhio di riguardo al territorio. I rossoblù puntano a una stagione tranquilla con Massimiliano Mura in panchina e una rosa che ha visto alcune partenze ma anche tante conferme, a cominciare dal capitano Mele e Falchi. Diversi i fuoriquota inseriti in organico come Vidili e Bamba, oltre all’arrivo di Ricci in attacco.

Tempio

Neopromossa ma con un occhio di riguardo ai piani alti per una delle nobili del calcio sardo, tornata in Eccellenza dopo diversi anni. Cantara è rimasto al timone della squadra che vede diversi arrivi di spessore. A cominciare da Aiana, protagonista due anni fa della vittoria del campionato con l’Ilvamaddalena. Tra gli altri sono da segnalare anche le nuove firme di Virdis e Igene in avanti, di Demurtas in mezzo al campo, ai quali si aggiungono le conferme di Arca, Roccuzzo, Gallo e Pinna.

Tharros

Come l’anno scorso gli oristanesi producono la prima emozione della stagione: il nuovo allenatore Prastaro, dimissionario dopo un mese di lavoro, è stato sostituito da Antonio Lai che passa dalla gestione in mezzo al campo a quella dalla panchina. Mercato di livello per i biancorossi che hanno confermato i migliori della passata stagione (Sanna, Calaresu e Atzori), inserendo diversi profili provenienti da oltre Tirreno come Facelli, Vapore, Panza e Mereu (di ritorno da Cosenza) con alcuni ex Villasimius (La Valle e Arnaudo).

Villacidrese

Non cambia guida tecnica la formazione gialloblù che punta a un campionato più tranquillo di quello appena trascorso. Perso bomber Palermo la squadra è stata migliorata. Confermata quasi l’intera rosa, partendo da capitan Bruno e seguendo poi con Lussu, Pittau, Carboni, Muscas e Cirronis. In porta Cocozza sostituisce Quiriti, mentre gli arrivi di Aramu, La Torre, Fantasia e Suella completano l’organico a disposizione di mister Mannu.

Villasimius

Altra matricola che ha affidato la guida della squadra a Manunza, che si presenta al primo appuntamento della nuova stagione con diversi cambi. Pochi i reduci della promozione, tanti gli arrivi. Quiriti in porta, Magnin e Mancusi in difesa, in mezzo al campo tanti ex Monastir con Melis, Rinino e Savage; in avanti invece velocità con Argiolas, Ghiani e Sariang a supporto di Camba. Obbiettivo campionato tranquillo, con un occhio ai piani alti.

Stefano Piras

TAG:  Eccellenza
 
Notifiche
Avvisami se ci sono
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti