Dinamo, successo col brivido in Lituania

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

La Dinamo riprende la sua corsa in Basketball Champions League dopo il KO interno con Manresa.

Un successo con più di un patema in Lituania contro il Lietkabelis per Sassari che ha dilapidato oltre 20 punti di vantaggio in una gara che dopo oltre un quarto sembrava già vinta: dal terzo quarto in poi la squadra di Pozzecco ha perso energia e tutto il vantaggio, ottenendo i due punti solo nel finale.

La Cronaca: A sorpresa Sorokas parte nel quintetto titolare al posto di Evans, non sfigurando affatto dinnanzi ai suoi connazionali: partenza a ritmi bassi che favorisce il miglior tasso tecnico del Banco di Sardegna che tenta subito la fuga con un parziale di 8-0, coronato dalla schiacciata a centro area di Pierre. La Dinamo inserisce il pilota automatico, Spissu infila un gioco da quattro punti e il divario si dilata a 12 punti, tesoretto che i sardi conservano alla prima sirena.  L’avvio del secondo tempo è ancora di marca biancoverde, nuovo parziale di 5-0 e gara che sembra in discesa la contesa per gli ospiti: i lituani provano timidamente a reagire con Sakic (autore di oltre la metà dei punti dei suoi a metà gara), ma la coppia Bilan-Sorokas ricaccia indietro la squadra di casa e a metà gara è 29-42.

Al rientro dagli spogliatoi polveri bagnate per Sassari, il Lietkabelis rosicchia qualche punto ma è Evans con un gioco da quattro punti a rimettere le cose a posto. Sakic però prosegue a segnare, l’unico o quasi tra i suoi, e i lituani si riportano sotto la doppia cifra di svantaggio: i tanti falli dei padroni di casa e le buone percentuali ai liberi riallargano la forbice tra le due contendenti a metà quarto. Due triple consecutive firmate Sakic e Dimsa riportano sotto i baltici, la Dinamo trova punti importanti anche da Sorokas e si va all’ultimo mini-intervallo con soli 9 punti di distacco tra le due squadre. In avvio dell’ultimo periodo è Stefano Gentile il protagonista nel bene e nel male: prima firma la tripla del +9 dopo un iniziale sfuriata granata, poi commette un fallo antisportivo su un tiro da tre che lo mette fuori dai giochi e riporta a soli due possessi il divario. Dimsa si accende, due bombe annullano il gioco da tre di Spissu e fanno volare a -3 i lituani. La Dinamo si affida al gioco interno di Bilan, il croato non delude e i suoi provano a riallungare anche con i primi tre punti della gara di Jerrells con 3′ sul cronometro. Sassari sembra controllare, l’attacco a 1′ dalla conclusione è però affrettato e il Lietkabelis accorcia di nuovo a -3 dopo il tecnico a Pozzecco. Evans e Pierre non tremano in attacco e la Dinamo ottiene comunque la vittoria, nonostante una leggerezza di Bilan che concede un fallo su un tiro dalla distanza di Sakic.

Matteo Porcu

Lietkabelis- Dinamo Banco di Sardegna Sassari 82-86 (12-24, 17-18, 23-19, 30-25)

Lietkabelis: Sajus 4, Sakic 31, Lipkevicius 14, Dimsa 13, P. Valinskas 10, Valdunas, Maldunas 4, Normantas, Lekunas 6, Olajobi, M.Valinskas. Coach: Nenad Canak

Sassari: Bilan 10, Evans 17, Pierre 15, Vitali 2, Spissu 14, Jerrells 3, McLean 7, Gentile 9, Sorokas 9, Magro, Bucarelli, Devecchi. Coach: Pozzecco

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti