Eusebio Di Francesco | Foto Valerio Spano - Cagliari Calcio

Cagliari, Di Francesco: “Mercato? C’è ancora qualche necessità da colmare”

Terza uscita stagionale per il Cagliari di Eusebio Di Francesco, impegnato al Gewiss Stadium di Bergamo: alle porte il durissimo esame con l’Atalanta per la squadra allenata dal tecnico che ha parlato così in conferenza stampa.

segui la diretta testuale della conferenza stampa con gli aggiornamenti automatici (senza ricaricare la pagina)

a cura di Matteo Porcu

TERMINA LA CONFERENZA STAMPA 

Su Marin: “L’ho visto in crescita contro la Lazio, sta migliorando la condizione fisica. Ha bisogno di ritmo e partite, ha maggiori conoscenze dei compagni. Pian piano metterà in pratica le sue qualità al di là del sistema di gioco”

Soddisfatto degli esterni offensivi a disposizione? Abbiamo messo dentro giovani interessanti, Luvumbo e Tramoni vengono da campionati diversi, ma non è detto che Mattéo possa essere preso in considerazione domani. Pereiro non c’è e Sottil è il più esperto, poi se qualcuno dovesse arrivare…

Sul problema terzini e il livello di crescita di Zappa e Tripaldelli: “Uno dei due potrebbe giocare da titolare e nel percorso di crescita ci sono anche le partite. La valutazione definitiva la possiamo fare domani, è un percorso che fa la differenza non solo una partita. Può essere poi che anche gli attaccanti esterni non abbiano aiutato in certi casi, anche se è evidente che ci sono stati errori individuali”.

A che punto è la crescita del Cagliari che vuole giocare dal basso? Anche questo fa parte del percorso di crescita. L’Atalanta è brava ad attaccare dall’inizio, ti aggredisce ma spesso non gioca basso col portiere. Spesso questo non è indicazione di pericolisità, a volte devi correre meno rischi. Walukiewicz sta facendo molto bene, i passaggi positivi vanno letti perché secondo me sono positivi quelli che ti permettono di andare avanti, non quelli laterali o arretrati. Vorrei che siano atti a far muovere gli avversari.

Ancora sulla paura del coronavirus: Dobbiamo alzare il livello d’attenzione, ma devo dire che i nostri medici sono già bravi in questo. Dobbiamo evitare certi comportamenti, ma questo è molto difficile”

Quanto sarà importante Godin a Bergamo? Come si affronta l’Atalanta? Sicuramente sarà della partita. Rog ha avuto un piccolo problemino ma sarà pronto. COme battere l’Atalanta? I loro gol e i risultati nascono dal volere sempre giocare, dal volere essere sempre aggressivi, ma è un percorso che ha portato anche a subire gol. Secondo me non dobbiamo aspettarli sotto la traversa, poi tra il dire e fare c’è di mezzo il mare: quindi dovremo anche essere bravi ad aspettarli di squadra, coinvolgendo anche centrocampo e attacco.

Sul caso appena comunicato dall’Atalanta: “Non so cosa rispondere, l’ho saputo ora da voi. Il protocollo dice che la partita si farà ugualmente, poi se arrivano indicazioni dall’alto ci adegueremo. Noi stiamo pensando di preparare una partita difficile, in un momento particolare col mercato aperto e col discorso Covdi che preoccupa non solo il calcio”.

Su Nainggolan: “Sapete tutti che c’è un interesse da parte nostra, ma ne abbiamo parlato fin troppo. Non torno indietro sulle mie dichiarazioni sul fatto che mancano ancora alcuni calciatori: manca ancora qualcosa e la società vuole accontentarmi”.

I ragazzi più giovani o arrivati da poco mi devono dare risposte in allenamento. Siamo un cantiere aperto. Noi stiamo cercando di dare un’identità di squadra, cosa che stiamo facendo in parte come a Sassuolo dove abbiamo recuperato. Anche con la Lazio non siamo mai usciti, poi abbiamo pregiudicato tutto con degli errori che hanno portato al secondo gol.

Nella sfida con la Lazio abbiamo rivisto il 4-3-1-2, lo rivedremo? Sette acquisti sono tanti, il Cagliari è già pronto? Tornando al mercato 7 acquisti non sono pochi, ma bisogna migliorare qualche reparto. La società vuole accontentarmi. Ci sono ancora delle esigenze. Modulo? Vorrei variare molto, che non sono un integralista ma comunque vorrei dare continuità al 4-3-3 che ha intrapreso. Non avendo tanti esterni pronti il pensiero viene di tornare al 4-3-1-2

Preoccupato per la situazione dei contagiati nel calcio? Pensa di affrontare una candidata allo Scudetto? Questa è una situazione difficile e particolare che riguarda non solo il calcio. Si vive però, non possiamo essere reclusi per tutta la vita, ma ovviamente c’è preoccupazione. Affronteremo una squadra che lotterà per lo Scudetto anche se loro diranno di no. Hanno continuità tecnica e l’allenatore ha messo la sua mano ed è stato accontentato prendendo giocatori di sistema”

INIZIA LA CONFERENZA STAMPA 

13:13 – Intanto la conferenza stampa di Gasperini è stata annullata: come riporta l’ANSA dovrebbe esserci un caso di positività nel gruppo squadra atalantino.

13:06 – Qualche minuto e arriverà il tecnico; alle porte non solo la sfida del Gewiss Stadium, ma anche le ultime ore di calciomercato.

13:00 – Amici di www.centotrentuno.com, buongiorno e benvenuti alla diretta testuale della conferenza stampa di Eusebio Di Francesco. Il via alle 13:15.

 

AL BAR DELLO SPORT

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti