Zenga: “Servirà una prestazione di livello. Joao? Finché cammina gioca”

Conferenza stampa in casa Cagliari alla vigilia della sfida della Sardegna Arena: Walter Zenga ha parlato ai giornalisti presenti, ancora in modalità virtuale.

a conferenza stampa con gli aggiornamenti automatici (senza ricaricare la pagina)

a cura di Matteo Porcu

FINISCE LA CONFERENZA STAMPA 

Un caso che Simeone sia stato l’unico a segnare: “Non ci pensavo che avesse segnato solo lui e che quello di Firenze sia il mio secondo 0-0 della mia carriera di Serie A. Vorrei più partecipazione anche da parte dei difensori, per esempio Lucioni ha fatto due gol su palle inattive: dobbiamo migliorare, abbiamo cercato di fare qualcosa”.

Su Gaston Pereiro e sui giovani: “Ho dimostrato ampiamente che su un ragazzo è bravo, gioca. Gaston se lo convochiamo significa che è arruolabile e che può giocare, troveremo spazio per tutti”.

Sull’equilibrio della squadra e la mancanza di gol: “Mi sarebbe piaciuto vedere la squadra andare in vantaggio con Atalanta e Fiorentina. A Firenze ci siamo arrivati tante volte in area, sono questioni di un momento: Giovanni ha segnato tanto ultimamente, Joao Pedro ogni allenatore lo farebbe giocare. Daniele quando entra ha sempre fatto bene e non dimentichiamoci Paloschi e Pereiro”.

Sul ruolo di Lykogiannis: “In quel poco tempo che abbiamo avuto a disposizione per lavorare abbiamo sempre pensato alle opzioni a partita in corso, Lyko per qualità fisiche e tecniche ha dimostrato di essere bravo a giocare nei tre centrali, così come potrebbe farlo Faragò. Può essere riproposto anche lì, è un’alternativa da prendere in considerazione”

Come sta Carboni e come ha assorbito l’espulsione con l’Atalanta: “Gli ho detto che Radja alla terza partita in Serie A è stato espulso: ha preso un’espulsione, ma non un atto vandalico. Non ci sono problemi è solo un giocatore che ha fatto un errore. Un cartellino rosso per un difensore penso sia abbastanza semplice da prendere”.

Sui gol annullati a Simeone: “Ci sono stati tre episodi da rivedere: il fallo di Tomiyasu che era da espulsione e i due gol annullati a Giovanni. In queste tre circostanze siamo stati sfortunati, la partita si sarebbe indirizzata diversamente”.

Su quanto sia soddisfatto della sua squadra e su Liverani: “Non sono mai soddisfatto, potete chiedere a Max Canzi quante critiche mi faccio e cosa potevo fare meglio. Se un allenatore è soddisfatto non è sul pezzo, il mio rammarico e non avere tempo per sistemare i dettagli. Allenando dal 18 maggio le mie idee vanno proposte con calma. Quando ero a Palermo Fabio aveva un crociato rotto e l’ho fatto giocare 8′ al rientro nell’ultima partita, si vedeva che era già una allenatore in campo. Non è stato fortunato nella sua carriera, a Terni è rinato grazie alla sua voglia di non mollare”.

Sul ruolo di Cigarini e su sostituzioni: “Noi abbiamo la possibilità di giocare col doppio mediano o col triangolo col play basso che può fare anche Rog: se iniziamo con Birsa o Cigarini abbiamo meno possibilità di variare nel corso della partita. Ritengo Nainggolan un giocatore fondamentale per questa squadra, difficile rinunciare a lui. Tutti hanno la possibilità di giocare, se vedi che la squadra sta bene perché cambiare: gli altri che rientrano ti danno delle maggiori possibilità nei cambi, anche se non è detto sia obbligatorio farne 5 se vedi che le cose vanno bene”.

Sulle condizioni di Joao Pedro e come si affronta e si batte il Lecce: “Pensi sia fondamentale per il mio futuro? Se non arrivo 7° o 8° ce ne sarà un altro, non vedo cosa ti può interessare (riferito al collega ndr). In due giorni non riesci a cambiare nulla, se trovi la sua dimensione e il modo di stare in campo devi trovare solo interpreti differenti. Il Lecce è una squadra viva, ha fatto bene col Milan e col Sassuolo, poi con la Lazio: ha sempre dato filo da torcere a tutti, una bella squadra allenata molto bene da un ragazzo che ho avuto anche a Palermo. Ci vuole una prestazione di livello da parte del Cagliari, questo è quello che preparo ai miei giocatori. Joao Pedro? Finché cammina gioca, chi lo critica dovrebbe cambiare mestiere”

Sugli infortuni: “Quello di Oliva è un problema difficile da smaltire, le problematiche a livello muscolare salti due o tre partite. Klavan ha saltato Torino e Bologna, roba di una settimana: per lui è tutto a posto”

La mia centesima in Serie A? Un bel traguardo, tanta roba: a mio avviso ne avrei potuto avere di più se avessi preso scelte diverse e scelte più logiche. In tutto penso di essere vicino alle 500 partite e tutto questo ti dà qualcosa in più”.

Sulle condizioni meteo e del caldo: “Se un giocatore subisce un piccolo infortunio devi pensare che può pensare più di una partita anche se il problema non è grave. Sono cose che devi tenere conto quando alleni e fai le scelte.

Quale sarà l’approccio alla gara? Cosa si gioca il Cagliari? Quando lavori per un club e giochi e per un club hai il dovere di onorare la maglia, rispettare i tifosi e te stesso. Le motivazioni sono sempre dentro di noi, diamo sempre il meglio di noi stessi e non c’è bisogno di dare motivazioni particolari. Dobbiamo solo puntare a più in alto che puoi.

17:02  Ecco Walter Zenga, INIZIA LA CONFERENZA STAMPA 

16:55 – Tra 5 minuti il via alla conferenza stampa.

16:50 – Ancora qualche minuto e saremo pronti per raccontarvi la conferenza stampa di Walter Zenga.

16:37 – Per la gara contro i salentini Zenga dovrebbe recuperare Ceppitelli e Gaston Pereiro che già ieri si sono allenati col gruppo.

16:30 – Ha già parlato l’allenatore del Lecce Fabio Liverani che ha dichiarato: “Il Cagliari è stata la sorpresa del girone d’andata. Hanno una rosa costruita per fare qualcosa di importante. Gli arrivi di Nainggolan, Rog e Simeone parlano chiaro, l’idea era quella di disputare in torneo da parte sinistra della classifica. Zenga? Sta portando avanti un lavoro straordinario, sono compatti e giocano bene ma noi vogliamo dire la nostra”. Il tecnico ha parlato anche dei sardi dei giallorossi: “Da sempre sono legati alla loro terra. Mancosu e Vigorito sentono molto questo legame. Per loro non potrà essere una gara come le altre. Deiola? Ha un problema che si trascina”

16:25 – Buon pomeriggio amici di www.centotrentuno.com. Stiamo per raccontarvi la conferenza stampa di Walter Zenga alla vigilia della sfida col Lecce di domenica (ore 19:30)

AL BAR DELLO SPORT

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti