agenzia-garau-centotrentuno
cagliari-calcio-semplici-centotrentuno-spano

Cagliari, Semplici: “La mia cura anti-Crotone? Voglia e determinazione”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Prima conferenza stampa della vigilia per Leonardo Semplici che ha presentato nella sala stampa di Asseminello il match tra Crotone e Cagliari.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

segui la diretta testuale della partita con gli aggiornamenti automatici (senza ricaricare la pagina)

a cura di Matteo Porcu

TERMINA LA CONFERENZA STAMPA

Siete svantaggiati rispetto al Crotone visto il cambio in panchina? Come sta vivendo questo momento? Meglio che stare a casa, la pressione c’è ma è normale per gli allenatori e sappiamo che abbiamo una responsabilità importante. Rappresentiamo una società storica e una maglia sentita da tutta la regione. Dobbiamo scendere in campo con questa responsabilità. Normale che il Crotone si allena da tempo insieme, ma questo aspetto lo dobbiamo superare con la mentalità giusta e la voglia di fare risultato.

Tre partite in sette giorni possono essere un vantaggio? Da allenatore normale uno vorrebbe una settimana intera di lavoro per preparare una partita, anche di più. Io e il mio staff eravamo già decisi su cosa insistere e cosa portare, nonostante le partite ravvicinate cercheremo di trasferire le cose che ci siamo prefissati e provare a migliorarle.

Cosa si dice alla squadra prima di una partita così importante? La squadra è una delle ultime per cross in Serie A, un punto di forza della sua Spal? In questo momento ho cercato di parlare con tutto il gruppo e capire i problemi. Ho cercato di far capire l’importanza del momento e che la scintilla per far cambiare le cose deve arrivare da noi. C’è bisogno di tirare fuori quel qualcosa in più per cambiare il senso della stagione. Sono 15 partite importanti e solo attraverso la prestazione di ognuno di loro potremmo arrivare alla prestazione e al risultato. C’è da fare i fatti, non c’è più da parlare. I cross? Credo che giocando con due esterni in questa maniera ci saranno più cross e più uno contro uno. Questo per le caratteristiche dei singoli, abbiamo giocatori bravi di testa e più palle mettiamo in area e più facili saranno le possibilità di fare gol. In questi pochi allenamenti abbiamo cercato di dare valore alle qualità dei ragazzi e a cercare di esaltarle.

Come si avvicina al ritorno in panchina? Cos’ha trovato di diverso in questo calcio dell’epoca tamponi? Non l’avevo mai vissuto, già fare quattro tamponi alla settimana è una novità per me. Giocare senza pubblico specialmente per una squadra come il Cagliari è difficile. Mi auguro che si possa tornare presto alla normalità. Comunque c’è la voglia di raggiungere l’obiettivo, dimostrare le mie e le competenze dello staff per tirare fuori la squadra da questa posizione. Poi questa è la mia centesima panchina in Serie A.

Sui quinti a centrocampo, Nandez o Zappa? Difficile preparare la partita con la spada di Damocle dei casi di covid al Torino? Fortunatamente siamo a posto, nessun positivo. Per quanto riguarda gli esterni ci sono per sviluppare un certo tipo di gioco, senza fare nomi credo di avere i ragazzi giusti da schierare.

Su Duncan, Asamoah e Calabresi: Sono tutti giocatori che hanno giocato poco. Ho cercato in questi giorni di parlare con tutti sulle loro problematiche. Duncan è quello più vicino a una condizione vicina al 70-80 %, vedremo se utilizzarlo dall’inizio o in corso. Gli altri due giocatori stiamo cercando di portarli a regime, Asamoah è di grande esperienza ed è sempre positivo, magari è quel giocatore che ci può aiutare in quel senso.

Il ruolo di Nainggolan e sugli avversari: “Radja giocherà in una posizione più arretrata, poi vedremo dove di preciso ora non voglio dare vantaggi: deve comunque essere messo in condizione di dare il massimo. I giocatori mi hanno dato tutti disponibilità, se fino oggi avevano dato 100 e non è bastato ora devono dare di più compreso il sottoscritto. Il Crotone? Giocano da anni con lo stesso allenatore, è una squadra con un filo logico e ha giocatori di qualità. Sarà una partita difficile, ma credo che la loro organizzazione dovrà essere ribattuta con la nostra determinazione e la voglia di fare il risultato. Ora le parole non bastano più, servono fatti e proveremo già da domani a fare questo”.

Ancora sull’attacco, il lavoro con Pavoletti e l’utilizzo di Joao Pedro: Non lo scopriamo certo oggi Leonardo. Dopo quel brutto infortunio ora mi sembra in buona condizione. Cercherò di utilizzarlo in base alla sua condizione fisica, ma è un giocatore importante, ora e per il futuro del Cagliari. La situazione dei 5 cambi è molto importante, tutti partono alla pari per me e mi danno modo di sfruttare tutta la rosa a disposizione. Joao Pedro lo vedo attaccante, poi a seconda dei momenti può fare bene in altri ruoli. Lo voglio vicino alla porta però visto che il gol è quello che gli riesce meglio. Dovremo essere bravi a noi a mettere in condizione gli attaccanti per avere più opportunità

Pavoletti e Simeone insieme? Nainggolan non ha ancora i 90′ come pensa di risparmiarlo? Non c’è una preclusione, Giovanni e Leonardo possono giocare insieme ma è da valutare giorno per giorno la loro adattabilità. Sono abbastanza aperto a questo, negli anni ho sempre giocato con due punte e non ho preclusioni per i moduli. Cercherò di sfruttare le caratteristiche di ognuno anche a partita in corso. Radja è un arrivo importante per questa squadra, sta migliorando la sua condizione. Mi auguro che il suo minutaggio migliori sempre più, magari già da Crotone.

Ha visto già dei miglioramenti in questi giorni? Sono previsti dei cambi? Ho trovato una squadra con il morale basso, quindi il lavoro è stato sul punto di vista psicologico. Ho comunque portato quei due-tre principi che vorrei vedere a Crotone. Vorrei comunque portare in futuro altri principi e soprattutto voler mettere in mostra le qualità di questi giocatori.

Ecco il mister, INIZIA LA CONFERENZA 

13:00 – Qualche minuto di ritardo per mister Semplici.

12:55 – Nel pomeriggio (16:30) anche l’appuntamento con l’Olbia che farà visita alla Lucchese: seguiremo live la partita, con pagelle e parole dei protagonisti.

12:50 – Una decina di minuti all’inizio della conferenza stampa, la squadra si è allenata in mattinata e partirà in serata verso la Calabria.

12:41 – Conferenza ancora a distanza per motivi di sicurezza, tra poco sarà pronto il collegamento con la sala stampa di Asseminello.

12:30 – Buongiorno amici di Centotrentuno, benvenuti al racconto testuale della conferenza stampa di Leonardo Semplici alla vigilia di Crotone-Cagliari. Tra 30′ le parole del tecnico toscano al debutto sulla panchina rossoblù.

 

 
1 Commento
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti