Eusebio Di Francesco | Foto Valerio Spano

Cagliari, Di Francesco: “Zero chiacchiere, pensiamo solo ai punti”

Conferenza stampa della vigilia per Eusebio Di Francesco che ha presentato nella sala stampa di Asseminello la partita tra Lazio e Cagliari.

segui la diretta testuale della conferenza con gli aggiornamenti automatici (senza ricaricare la pagina)

a cura di Matteo Porcu 

FINISCE LA CONFERENZA STAMPA 

Sul modulo: “Qualche interprete può cambiare, ma non vorrei cambiare identità e sistema di gioco. Valuteremo”.

Sulla squadra costruita: Posso dire solo che ho i giocatori migliori a disposizione, dobbiamo sfruttare le caratteristiche di ognuno di loro. Dobbiamo cercare di mettere in condizioni anche gli ultimi arrivati. In questo momento poi è meglio non chiacchierare”.

Come si affronta la Lazio? Parliamo di una squadra importante con un grande progetto tecnico: sono migliorati in continuità, hanno messo dentro Reina che è diventato un regista in più. Hanno tantissime alternative di qualità, sarà difficile da affrontare ma dovremo farlo con il piglio giusto e di squadra. Dobbiamo giocarcela”.

Asamoah e Rugani saranno protagonisti già da domani? Vista la gara d’andata pensa anche a un centrocampo a 5? All’andata ci misero in difficoltà, ma riguardandola bene i primi 25′ siamo riusciti a creare problemi a loro contro una squadra rodata. Rugani è un pochino più avanti rispetto ad Asamoah e Daniele potrebbe essere anche titolare: Kwadwo mi aspettavo fosse un pochino più in difficoltà, ma a partita in corso potrei anche utilizzarlo per le sue caratteristiche, esperienza e qualità”:

Quanto le dà “fastidio” adattarsi alla rosa? Le chiacchiere ora non aiutano, ora c’è una direzione unica ovvero conta solo il Cagliari: dobbiamo uscire da questa situazione, poi magari penseremo a far vedere un calcio di buon livello che a tratti si è visto. Non è tutto da buttare quello che abbiamo fatto, non aiutano qualche episodio e altre prestazioni che non hanno portato al risultato. In questo momento dobbiamo rimboccare le maniche e andare avanti, serve resilienza e testardaggine”.

Le parole di Giulini sono un’iniezione di fiducia? Dovrà essere un allenatore diverso? Snaturarsi completamente non credo sia una cosa corretta, l’autenticità alla lunga paga. In questo contesto non sono riuscito a dare un’identità alla squadra, ci sono stati tanti fattori come infortuni e covid. Ora mettiamo da parte il discorso io e pensiamo al noi, ma questo non riguarda solo me, ma giocatori e società. Gli alibi non li ho mai cercati e ci metto la faccia, ognuno ha le proprie responsabilità”.

Giulini ha parlato di salvezza e progetto Di Francesco sospeso: chi metterà nel ruolo di regista Marin o Nainggolan? Non è detto si debba avere un play, ci sono giocatori che hanno svolto quel ruolo con caratteristiche differenti. Quello è un ruolo delicatissimo dove bisogna avere fisicità e corsa, intelligenza a livello tattico: arrangiarsi sempre non va bene, ma io personalmente devo portare il Cagliari alla salvezza. Attraverso cosa non mi interessa, in questo momento i modi fini non servono. Conta solo fare i punti al momento”.

In attesa di sapere la situazione indisponibili, sta valutando la difesa a tre visto l’arrivo di Rugani? Non abbiamo recuperato né Deiola, né Duncan e nemmeno Sottil che ha provato oggi: mancheranno anche Klavan e Ceppitelli. Le valutazioni sono in corso in base anche alla disponibilità dei vari giocatori. Non darò altre indicazioni

INIZIA LA CONFERENZA STAMPA 

13:13 – Qualche minuto ed Eusebio Di Francesco risponderà alle domande dei colleghi: conferenza ancora a distanza ovviamente.

13:05 – Tra 10′ le parole del tecnico del Cagliari Eusebio Di Francesco: tanti i temi da discutere, uno su tutti la fine del mercato.

12:40– Buongiorno amici di Centotrentuno e benvenuti al racconto testuale della conferenza stampa di Eusebio Di Francesco in vista di Lazio-Cagliari.

 
4 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti