Eusebio Di Francesco | Foto Valerio Spano - Cagliari Calcio

Cagliari, Di Francesco: “Fiducia al 4-2-3-1, Simeone in vantaggio su Pavoletti”

La Serie A torna in campo dopo la sosta nazionali con il Cagliari che fa visita al Torino allo Stadio Olimpico – Grande Torino; Eusebio Di Francesco ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara.

la conferenza integrale

a cura di Matteo Porcu

Con Nandez esterno perde un po’ il centrocampo? Ogni allenatore vorrebbe avere Nahitan, ha grande disponibilità e fa di tutto. Un giocatore a cui puoi dare un po’ di libertà e ti dà equilibrio allo stesso tempo. Avere un centrocampista esterno penso possa dare equilibrio alla squadra, penso sia un giocatore adatto anche per facilitare il ruolo di Joao Pedro.

Come sta Joao Pedro, cercato anche dal Toro? Per me è cresciuto in condizione, l’ho visto molto bene in settimana e per me farà una grande partita. Ho cambiato sistema di gioco anche per lui, ma non solo”.

Sulla difesa di Marco Giampaolo? Cosa si aspetta fino alla prossima sosta? Ci piace guardare partita dopo partita, sarebbe un errore pensare già alla prossima. Mi auguro di portare punti a casa e la crescita in attacco e in difesa. La squadra ha fatto intravedere sprazzi di bel gioco e qualche buona trama, mi auguro si possano ripetere nelle prossime partite. La difesa del Toro? Sono bravi a essere corti e compatti, ma è quello che chiedo anche io alla squadra. Hanno sofferto l’ampiezza nelle scorse partite e potremmo sfruttare questa loro carenza, ma prima dobbiamo guardare a noi stessi.

Sottil e Ounas insieme? Non è questione di essere offensivi o meno, ma per via dell’equilibrio non possiamo permetterci tanti giocatori offensivi in questo momento. Ounas non ha mai fatto nemmeno una partitella col Napoli, piano piano va messo dentro per sfruttarne la qualità. Riccardo sta crescendo, ma deve essere più lucido sotto porta, in Under 21 ha fatto gol e spero possa ripetersi. Ounas può essere anche trequartista per me, ha le qualità per farlo”.

Mercato finalmente chiuso, quali vantaggi porta? Rivedremo la formazione di Bergamo? “Si non dovrebbe discostarsi da quello che abbiamo visto a Bergamo, ci sono stati degli aspetti postivi e dovremo ripartire da quelli. Potrebbe esserci qualche cambio, ma la continuità è fondamentale in questo momento. Il mercato? Tutti hanno capito che questa è la squadra e anche io ho capito quello che ha a disposizione. I giovani? Alcuni li abbiamo messi in campo, anche per emergenza. Dobbiamo essere bravi a sfruttare il loro buon momento, normale abbiano alti e bassi a questa età”.

Quante chance hanno Oliva e Bradaric di ritrovare il campo? “Bradaric non sarà convocato, viene da poco lavoro e c’è stato poco tempo per imparare, anche se è un giocatore intelligente. Oliva è ancora un po’ indietro, ma sta crescendo e sono convinto che ci sarà una grossa mano”:

Torino squadra meno rodata del Sassuolo e meno forte di Lazio e Atalanta, vedremo il vero volto del Cagliari? “Tutto vero, ma le partite vanno giocate e tutte le gare hanno storia a sé. Loro non hanno giocato la terza partita e quando c’è da non preparare una gara hai qualche vantaggio. Ma ripeto, ogni partita ha una storia a sé”.

Quanto dispiace lavorare senza nazionali? Chi gioca tra Pavoletti e Simeone?” Giovanni è avvantaggiato dal punto di vista fisico, però sono contento di Leonardo di come ha lavorato. Il ballottaggio esiste, ma Giovanni è davanti. I nazionali stanno bene anche se sono rientrati da poco, nel mio metodo c’è che chi si è allenato di più parte davanti, per un fattore di vantaggio sulle conoscenze maturate prima”:

Sul lavoro nella sosta e sulle aspettative: “Oltre ai risultati per recuperare il terreno perso dico anche sulle prestazioni: siamo in una situazione particolare, ma ci serve più equilibrio, soprattutto sulle due fasi. Dobbiamo migliorare, qualcosa ho visto in allenamento ma la risposta la darà il campo come sempre. Un nuovo campionato? No, per me continua perché dobbiamo prendere anche quanto fatto prima. Dobbiamo fare tesoro degli errori fatti nelle partite precedenti”.

Sulla formazione e su Luca Ceppitelli recuperato: “Ceppitelli non sarà nemmeno convocato per un fastidio muscolare, ma deve ancora recuperare per migliorare la sua condizione. Detto questo fa parte del gruppo e sta a me decidere quando utilizzarlo: sono contento per la sua disponibilità. Ho visto una squadra volitiva che vuole fare una bella prestazione a Torino, poi sarà il campo a dare la risposta. Vogliamo riprenderci il terreno perso all’inizio.

INIZIA LA CONFERENZA STAMPA 

13:07 – Qualche minuto e ascolteremo le parole di Eusebio Di Francesco, curiosità per le scelte di formazione del tecnico che potrebbe riproporre il 4-2-3-1 visto a Bergamo anche contro il Torino.

12:55 – Inizio della conferenza stampa previsto per le ore 13:15.

12:50 – Buongiorno amici di www.centotrentuno.com, stiamo per raccontarvi la conferenza stampa di Eusebio Di Francesco in vista di Cagliari-Torino. Vigilia di gara caratterizzata dalla notizia di tre positività nel gruppo squadre avversario, come era successo anche per l’ultima trasferta a Bergamo.

 

AL BAR DELLO SPORT

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti