Maran: “Pavoletti? Nulla di grave. Dobbiamo essere più lucidi”

Rolando Maran ha commentato così sconfitta contro il Brescia che ha aperto il campionato del Cagliari.

“Avevamo preparato bene la partita, poi qualcosa ci ha condizionato, come due occasioni del Brescia nel primo tempo-esordisce il tecnico trentino-. Potevamo comunque portare a casa il risultato, viste le occasioni, ma non è andata bene. Non siamo stati continui nell’essere squadra, dobbiamo sbagliare meno ed essere più lucidi ed essere meno prevedibili. Non dobbiamo lasciarci abbattere da degli episodi sarebbe sbagliato.”.

“Nel primo tempo siamo stati un po’ statici, abbiamo perso un coraggio che non deve mai mancare. Loro sono stati bravi a venire in pressione sul portatore, ma tocca a noi creare situazioni da gol. Non siamo stati precisi, ma nelle prime partite c’è sempre il rischio di trovare una squadra più rodata, speriamo che sia solo un episodio. Non si deve buttare la croce addosso a nessuno, la squadra è formata da diversi elementi, ognuno può essere una forza di questa squadra. Tutti dobbiamo farci trovare pronti, ma credo che sia la prestazione di tutta la squadra a essere stata sotto le righe”.

Sui singoli: “Castro poteva giocare solo 45 minuti, lo sapevamo da tempo. Pavoletti non sembra essere nulla di grave, vedremo poi. Pinna paga un po’ la fisicità, ma gioca con grande applicazione e abnegazione. L’assenza di Rog? Credo che una settimana di lavoro in più in mezzo al campo sia utile per tutti, specie a centrocampo”.

Sul rigore: “Faccio fatica a pensare che il regolamento dica che quello può essere rigore, per la dinamica dell’azione. Quella è una palla che sta uscendo dall’area di rigore, faccio fatica a giudicare un rigore del genere”.

dall’inviato Roberto Pinna

Sponsorizzati