Maran: “Siamo fragili”

La disamina dell’allenatore trentino dopo Sassuolo-Cagliari.

“Non riusciamo a mettere in campo quello che dobbiamo fare – dice Rolando Maran – Prima del gol avevamo fatto qualcosa di buono, basta una rete subita per intimorirci. Non va bene, non possiamo accettarlo, dobbiamo cambiare subito. Bisogna rimboccarci le maniche, sapere quali sono i difetti ed eliminarli, con i fatti e non con le parole. Non bisogna subire le situazioni, ma affrontarle con forza”. Da quando manca Castro il ruolino dice 7 punti in 8 gare con una sola vittoria: “Al di là delle assenze, che vanno oltre quella di Lucas, bisogna pensare ad altro, a diventare più tignosi e non crollare alle prime difficoltà. Il 2-0 è stata una mazzata incredibile, ma occorre avere forza per reagire. E’ un problema di testa, più che di gambe, non possiamo accettare questo ma serve mostrare personalità”. Con l’Atalanta mancherà anche Barella. “Dovremo avere grande forza e impatto al di là di chi giochi”. Sul calciomercato. “Ci pensa la società, io mi concentro sul campo e sui problemi che abbiamo, per ovviare alle difficoltà”. E’ arrivato Oliva. “Non l’ho ancora visto, si dovrà adattare al nostro calcio”.