Maran: “Europa? Navighiamo a fari spenti”

Le dichiarazioni del tecnico rossoblù durante la conferenza stampa alla vigilia di Cagliari-Sampdoria.

“Non c’è bisogno di metabolizzare il pareggio di Lecce, c’è ancora tanta rabbia e secondo me questo è un bene. Certo, avevamo accarezzato la vittoria e questo ha lasciato un po’ di rabbia giusta. Che è un segnale positivo, secondo me: non abbiamo fatto benissimo, ma venivamo da alcune partite fatte ai massimi livelli. Siamo mancati in qualcosa, ma c’è stata la giusta partecipazione al match. Vanno dati meriti ovviamente anche al Lecce, che ieri ha fatto vedere a Firenze il suo valore e ha dato un peso diverso al nostro pareggio. Abbiamo fatto qualcosa di meno, è vero: ma non dev’essere un alibi quanto invece uno stimolo”.

“Non ci sarà Olsen, ma gioca Rafael e per noi non cambia nulla. Chi gioca in Coppa Italia? Ci penseremo da domani sera dopo le 23. Noi in corsa per la Champions? Dobbiamo sempre navigare a fari spenti, continuando a vivere alla giornata. Serve la giusta ambizione e ottenere sempre qualcosa di più, dobbiamo essere consapevoli che quando raggiungiamo un certo livello otteniamo risultati, mentre se molliamo un po’ andiamo incontro ai 15′ di Lecce, per esempio”.

“Cosa temo della Sampdoria? Li troviamo nel loro momento migliore, hanno pur sempre un grande organico. Dobbiamo prenderli con le pinze, perché hanno trovato la propria identità con Ranieri: serve fare una partita di grande equilibrio e attenzione, la loro classifica non rende giustizia. È un test molto difficile. In ogni caso, bisogna anche guardare la classifica, perché ci deve dare maggiore consapevolezza. Il discorso è che comunque non dobbiamo guardare oltre la prossima partita, perché sennò perdiamo quella che deve essere l’attenzione necessaria”.

Roberto Pinna

Sponsorizzati