Rolando Maran - Foto Emanuele Perrone

Maran: “C’è rabbia, avevamo in pugno la partita”

Al termine della gara col Lecce, Rolando Maran ha commentato così il rocambolesco pari.

“C’è tanta rabbia– commenta a Sky- essere in vantaggio di due gol ed essere recuperati non va mai bene. Ma questo è il calcio e questo può servire da lezione. Peccato perché fino a pochi minuti dalla fine avevamo in pugno la partita: c’era anche il rischio di non portare a casa nulla, ma invece portiamo via un punto. Era una partita che potevamo portare a casa, rientriamo in Sardegna con tanta rabbia. Oggi purtroppo ci siamo trovati in 9 uomini in un minuto, questo cm ha fatto perdere i canoni di una gara. Abbiamo subito un po la pressione prima dell’episodio, ma senza mai soffrire e anzi ripartendo bene”.

“Olsen? È inutile stare a discutere sull’espulsione, è stata un errore banale a mente fredda: non andava fatto, parlerò con lui, è un ragazzo che si impegna sempre e oggi ha reagito così per una provocazione ma non è giusto metterlo alla gogna. Certe cose possono complicare le partite. Nainggolan? Un uomo squadra ed è un punto di riferimento per tutti, lo dimostra l’esultanza sul gol: è in crescita di condizione e sta dimostrando il suo valore, è un talento naturale. Peccato non aver festeggiato i tre punti col suo gol, ma avevamo di fronte un’ottima squadra. L’espulsione di Olsen e Lapadula? I due si affrontano, in questi casi spesso c’è una reazione di uno e dell’altro e penso che la sanzione debba essere la stessa”

 

Sponsorizzati